Per ordini e informazioni, scrivere un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Un'estate tutta da leggere... per i più piccoli

L'odore nelle case degli altri
di Bonnie-Sue Hitchcock

L'odore nelle case degli altriAlaska, anni Settanta. In una terra magnifica e ricca di risorse, ma difficile e spaccata da profondi contrasti sociali, le vite di quattro ragazzi stanno per incrociarsi. Ruth porta dentro di sé un segreto che non potrà nascondere per sempre; per lei l'amore è un ricordo lontanissimo ma non per questo meno vivo, e vorrebbe contare per qualcuno. Dora invece, per cui la famiglia è un fardello doloroso, vorrebbe solo essere invisibile, per poi scoprire che un dolce preparato con amore da una madre può essere il più prezioso dei regali. Alyce più di ogni altra cosa ama danzare, ma non ce la fa a deludere suo padre per inseguire i propri sogni, dividendosi tra la ballerina leggiadra che danza sulle punte e la ragazza lucida e fredda che pesca e sventra salmoni. Hank è ancora giovane ma deve prendersi cura dei suoi fratelli; con loro fugge di casa in cerca di un futuro migliore, e proprio quando tutto gli sembra perduto e inutile, torna a lottare grazie alle lacrime di una ragazza sconosciuta. Una storia di persone che cercano di salvarsi l'un l'altra e che, quando meno se l'aspettano, ci riescono.
Età di lettura: da 12 anni.

L'alba sarà grandiosa
di Anne-Laure Bondoux

L'alba sarà grandiosaNine ha sedici anni e questa sera non andrà alla festa del liceo. Titania, sua madre, ha deciso diversamente. Dopo aver prelevato la figlia all'uscita di scuola, si dirige verso una destinazione sconosciuta, una capanna isolata sulla riva di un lago. È tempo che Nine venga a conoscenza di un passato accuratamente nascosto. Chi sono Octo, Orion e Rose-Aimée? Chi vive in quella misteriosa capanna? A chi appartiene la bici rossa che sta sotto la scala? In una lunga notte di rivelazioni Nine scopre l'incredibile storia della sua famiglia. Una notte passata in bianco. Una veglia lunga trent'anni. Il momento della vita in cui niente è più come prima.
Età di lettura: da 13 anni.

Il mistero della calle senza nome
di Elena Vesnaver

Il mistero della calle senza nomeMadda ha quindici anni, ama viaggiare, proprio come suo papà e conoscere il mondo e le persone. Non le piace andare a scuola, brontola la madre, ma ama l'arte e vuole diventare una pittrice come la zia Alizée che vive a Venezia ed è proprio da lei che va a passare l'estate Madda, dalla sua zia preferita, in una città incantevole. Tutto sembra andare nel migliore dei modi. Madda si smarrisce felice fra calli e musei, conosce Michel, un ragazzo francese che le fa battere un po' troppo il cuore e bisticcia con se stessa per scoprire davvero cosa significa essere un'artista. Una sera, durante una festa in un palazzo che si affaccia sul Canal Grande, sparisce un gioiello prezioso, un gioiello al quale è legata una leggenda, quale stimolo migliore per stuzzicare la curiosità di Madda? Senza contare che la principale indiziata è zia Alizée. Mamma mia, che estate.
Età di lettura: da 13 anni.

Il sermone del fuoco
di Francesca Haig

Il sermone del fuoco"Si dice che prima della conflagrazione si pronunciassero dei sermoni sul fuoco, sulla fine del mondo. Fu il fuoco stesso ad annunciare l'ultimo sermone; dopodiché, non ce ne furono altri." Sono passati quattro secoli da quando una gigantesca esplosione nucleare ha spaccato la Storia in Prima e Dopo. In una società resettata a uno stadio semiprimitivo, l'umanità si riproduce per gemelli, di cui uno, l'Alpha, perfetto, destinato a godere delle poche risorse ancora disponibili, e l'altro, l'Omega, immancabilmente segnato da una menomazione fisica, ostracizzato e chiuso in un ghetto. L'uomo non separi ciò che la Natura ha unito, però: come a riportare giustizia, se uno dei due gemelli muore, l'altro ne segue il destino, sia il fortunato Alpha o il disgraziato Omega. Cass è un'Omega rara, indistinguibile dal fratello Zach. Quando il gemello la rinchiude per proteggere la sua stessa vita, Cass diventerà la scintilla di un'altra esplosione, forse persino più potente: quella per la lotta per un mondo più giusto.
Età di lettura: da 14 anni.

Piccola Einstein e l'uovo misterioso
di Mariateresa Conte

Piccola Einstein e l'uovo misteriosoLe bambole non fanno per lei e alle storie di principi e principesse preferisce trattati di astronomia e anatomia. Tutti la chiamano Piccola Einstein perché proprio non ce la fa a star lontano da tutto ciò che è scienza... o forse perché, come il grande scienziato, è anche un po' sbadata! Piccola Einstein ha un grande sogno: vincere il premio Nobel! Ogni occasione è buona per fare nuove scoperte e lo strano uovo in cui si imbatte non fa eccezioni. Per capire a quale misterioso pennuto appartiene non le resta che tuffarsi nei libri e inventare nuove apparecchiature...
Età di lettura: da 6 anni.

L'ascensore
di Daniele Bergesio

L'ascensorePrimo, secondo, terzo, di piano in piano l'ascensore di casa sale. Tutta la famiglia sembra impegnata in qualche attività. E Iris? Cosa starà cercando? In un formato verticale, che si sfoglia dal basso all’alto, seguiamo questa bimba, tremendamente tediata dalla noia estiva, un piano dopo l’altro alla scoperta del palazzo, abitato dalla sua famiglia. L’altissimo palazzo che si dispiega nella doppia pagina verticale, conta addirittura 7 piani e i tagli delle pagine dispiegano, di volta in volta, ciò che custodisce ogni piano, man mano che Iris li raggiunge. La casa diventa quindi un contenitore di scoperte e di avventure, così come chi vi abita: anche il senso di caos che, a volte, investe il lettore, trasmette quella vitalità tipica dei luoghi vissuti.
Età di lettura: da 5 anni.

Voi
di Davide Morosinotto

Voi"I marines americani usano un metodo infallibile per addormentarsi in ogni situazione: rilassano i muscoli poi immaginano di trovarsi su una canoa al centro di un lago. Una notte ho deciso di provarci anch'io. E ci sono riuscito così bene da sognare. Mi sono ritrovato su una canoa circondato da montagne, in fondo la colata di cemento di una diga. All'improvviso un rumore, poi un lampo rosso nel cielo, e la barca si è ribaltata. Sono piombato sott'acqua. Per fortuna qualcuno si è tuffato e mi ha aiutato a nuotare verso riva. Era una ragazza dagli occhi così blu da far luce. Raggiunta la spiaggia di un'isola, ci siamo accorti di non essere soli. Qualcuno era lì con noi. Solo che non potevo vederlo, giravo la testa ma lo straniero era sempre fuori dal mio campo visivo. Avrei dovuto avere paura. Invece sentivo che era l'inizio di una grande avventura. Quando mi sono svegliato, nel mio letto, ho preso il quaderno che tengo accanto al comodino. E ho capito che avrei scritto questa storia".
Età di lettura: da 10 anni.

Il posto magico
di Chris Wormell

Il posto magicoProvate a immaginare una Grande Città Nera, avvolta da una coltre di fumo e fuliggine, dove i tetti si susseguono all'infinito. Laggiù, in una casetta lunga e stretta, vivono Clementine e i suoi perfidi zii. Confinata nell'umida cantina che le fa da cameretta, Clementine è felice solo quando sogna un posto lontano, molto lontano, dove al posto dei tetti ci sono colline, al posto delle strade ruscelli. Clementine è convinta che esista davvero, quel suo Posto Magico, e che prima o poi riuscirà a raggiungerlo. Così un giorno, con l'aiuto del suo migliore amico - un gatto molto intelligente di nome Gilbert - decide di scappare per sempre dalla città e di arrivare finalmente lì dove ha sempre sognato di stare.
Età di lettura: da 7 anni.

La canzone di Orfeo
di David Almond

La canzone di OrfeoClaire adora la sua amica Ella. Sono inseparabili da quando giocavano insieme da piccole e da allora Claire protegge la sua dolce, svagata bellezza. Ora condividono con i loro amici i sogni di libertà e invincibilità che solo a diciassette anni si possono avere. Durante una gita sulle spiagge del Northumberland, Claire e i suoi amici sfidano la notte alle fiamme di un falò, dormono nelle tende e si risvegliano al canto di uno sconosciuto, comparso dal nulla. Il suo nome è Orpheus: chi lo ascolta si perde nella sua musica, rapito da un incanto antico e nuovissimo. Ed Ella ne sarà rapita più di tutti, così tanto che Claire non sa se esserne felice o preoccupata. Ma Ella e Orpheus non possono sfuggire al loro amore, è come se lo aspettassero da sempre. Un romanzo che è come un canto, il racconto di una grande amicizia e di un primo amore, dell'irrefrenabile vitalità e dell'immensa fragilità a cui espongono.
Età di lettura: da 11 anni.

Il giro del mondo in 80 esperimenti
di Lorenzo Monaco e Matteo Pompili

Il giro del mondo in 80 esperimentiQuesti tre ragazzi, compreso il cane, stanno per fare un viaggio sulle orme dei loro antenati, protagonisti del romanzo di Jules Verne «Il giro del mondo in 80 giorni»: Phileas Fogg, un elegante gentiluomo inglese, e Fix, un detective che inseguì Fogg per tutto il mondo credendolo un ladro. Ora, più di 100 anni dopo, i tris-nipoti di questi baffuti personaggi hanno deciso di ripercorrere quello stesso itinerario ma con calma, osservando e sperimentando ciò che li circonda, perché per capire un po' di più cosa succede sul nostro pianeta ci va il tempo che ci va e non bisogna mai smettere di farsi delle domande...
Età di lettura: da 8 anni.

Prendere il volo. Storie di uccellini caduti dal nido e finiti in buone mani
di Marina Marinelli

Prendere il volo. Storie di uccellini caduti dal nido e finiti in buone maniMerli, cince, passeri, balestrucci, ghiandaie, rondoni, taccole. Sono gli uccelli i protagonisti di questo SuperPiNO, scritto da Marina Marinelli, appassionata di ornitologia, e da Silvia Molinari, illustratrice naturalistica. Sette storie di uccelli in difficoltà, narrate dal salvataggio alla liberazione, per imparare a prendersi cura di piccole creature alate.
Età di lettura: da 8 anni.

Mi domando
di Kari Anne Holt

Mi domandoI panini si arrabbiano quando li mordi? Che sapore hanno le nuvole? E le stelle cosa fanno di giorno? Esistono domande buffe e domande profonde, brillanti e curiose, chiare oppure misteriose. Questo albo pieno di domande invita i bambini a meravigliarsi di fronte a ogni scoperta e a non smettere mai di interrogarsi su ciò che li circonda.
Età di lettura: da 3 anni.

A casa dell'ape
di Alice Keller

A casa dell'apeUn pomeriggio a casa della nonna che abita in campagna è occasione di un piccolo viaggio nella memoria attraverso la fantasia. Vecchie foto e oggetti del passato sono lo spunto per un gioco alla scoperta di ciò che è lontano e ciò che è vicino. Un viaggio fantastico inseguendo le api, collegamento tra passato e presente nella vita; un viaggio di fiore in fiore dove la vita si distribuisce, fino all'alveare dove la vita si crea. E proprio nell'alveare, simbolo del grembo materno, la bambina incontrerà la mamma che è venuta a prenderla.
Età di lettura: da 4 anni.

Un'estate tutta da leggere... per i più grandi

Nel silenzio delle nostre parole
di Simona Sparaco

Nel silenzio delle nostre paroleÈ quasi mezzanotte e una nebbia sottile avvolge la metropoli addormentata. In un palazzo di quattro piani, dentro un appartamento disabitato, un frigorifero va in cortocircuito. Le fiamme, lente e invisibili dall'esterno, iniziano a divorare ciò che trovano. Due piani più in alto, Alice scivola nel sonno mentre aspetta il ritorno di Matthias, il ragazzo che ama con una passione per lei nuova e del quale non è ancora riuscita a parlare a sua madre, che abita lontano e vorrebbe sapere tutto di lei. Anche Bastien, il figlio della signora che occupa un altro degli interni, da troppi mesi ormai avrebbe qualcosa di cruciale da rivelare alla madre, ma sa che potrebbe spezzarle il cuore e non trova il coraggio. È un altro tipo di coraggio quello che invece manca a Polina, ex ballerina classica, incapace di accettare il proprio corpo dopo la maternità, tantomeno il pianto incessante del suo bambino nella stanza accanto. Giù in strada, nel negozio di fronte, Hulya sta pensando proprio a lei, come capita sempre più spesso, senza averglielo mai confessato, ma con una voglia matta di farlo. Per tutti loro non c'è più tempo: un mostro di fuoco sta per stravolgere ogni prospettiva, costringendoli a scelte estreme per colmare quei silenzi, o per dare loro un nuovo significato. Simona Sparaco indaga i momenti terribili in cui la vita e la morte si sfiorano diventando quasi la stessa cosa, e in cui le distanze che ci separano dagli altri vengono abbattute dall'amore più assoluto, quello che non conosce condizioni. Vincitore del premio DeA Planeta 2019.

21 lezioni per il XXI secolo
di Yuval Noah Harari

21 lezioni per il XXI secoloIn un mondo alluvionato da informazioni irrilevanti, la lucidità è potere. La censura non opera bloccando il flusso di informazioni, ma inondando le persone di disinformazione e distrazioni. "21 lezioni per il XXI secolo" si fa largo in queste acque torbide e affronta alcune delle questioni più urgenti dell'agenda globale contemporanea. Perché la democrazia liberale è in crisi? Dio è tornato? Sta per scoppiare una nuova guerra mondiale? Che cosa significa l'ascesa di Donald Trump? Che cosa si può fare per contrastare l'epidemia di notizie false? Quali civiltà domineranno il pianeta: l'Occidente, la Cina, l'islam? L'Europa deve tenere le porte aperte ai migranti? Il nazionalismo può risolvere i problemi causati dalla disuguaglianza e dai cambiamenti climatici? In che modo potremo difenderci dal terrorismo? Che cosa dobbiamo insegnare ai nostri figli? Miliardi di noi possono a stento permettersi il lusso di approfondire queste domande, perché siamo pressati da ben altre urgenze: lavorare, prenderci cura dei figli o dare assistenza ai genitori anziani. Purtroppo la storia non fa sconti. Se il futuro dell'umanità viene deciso in vostra assenza, poiché siete troppo occupati a dar da mangiare e a vestire i vostri figli, voi e loro ne subirete comunque le conseguenze. Certo è parecchio ingiusto; ma chi ha mai detto che la storia è giusta? Un libro non può dare alla gente né cibo né vestiti, ma può fare e offrire un po' di chiarezza, contribuendo ad appianare le differenze nel gioco globale. Se questo libro servirà ad aggiungere al dibattito sul futuro della nostra specie anche solo un ristretto gruppo di persone, allora avrà raggiunto il suo scopo.

Il pasese del sale e delle stelle
di Zeyn Joukhadar

Il pasese del sale e delle stelleIl mondo di Nour è fatto di colori. Ogni volta che sente una voce o legge una lettera, davanti ai suoi occhi tutto si tinge delle più brillanti tonalità di verde, rosso, giallo e blu. Ma da quando è ritornata in Siria dagli Stati Uniti, dopo la morte del padre, intorno a lei vede solo grigio: non ci sono più sfumature né riflessi. Ora Nour deve occuparsi da sola delle sue sorelline. A dodici anni è un compito difficile, soprattutto in una terra che ti è estranea. Una terra in cui dovrebbero affondare le tue radici, ma dove non conosci nessuno. Una terra rischiosa, con pericoli nascosti dietro ogni angolo. Ma Nour ha le storie che suo padre le raccontava prima di dormire a farle compagnia. È a quelle parole che si aggrappa per trovare il coraggio di affrontare le difficoltà. In particolare, alla leggenda di Rawiya, la sua preferita, che racconta di una ragazzina come lei, costretta a fingersi uomo per realizzare il suo sogno proibito: far parte di una spedizione che vuole disegnare la carta geografica del mondo. Un'impresa straordinaria, in cui riesce a dimostrare tutta la sua forza. Per Nour, che la conosce a memoria, quella favola adesso ha un significato completamente diverso. E anche la mappa che ha trovato tra i documenti della sua famiglia assume un valore speciale. Forse indica la strada da seguire per mettere in salvo sé stessa e le sue sorelle. Forse è la sua unica possibilità. Quello che deve imparare, però, è che ci sono sentieri tracciati sulla carta e sentieri tracciati nel cuore. Che anche le parole a volte possono essere una guida e una protezione, soprattutto se vengono dalla persona che l'ha amata di più al mondo.

Eugenia
di Lionel Duroy

EugeniaEugenia è cresciuta a Iasi, centro culturale cosmopolita e raffinato, dove però, così come nel resto della Romania degli anni Trenta, gli ebrei iniziano a essere malvisti. Lo stesso accade nella famiglia di questa giovane studentessa di Lettere: sia i genitori che il fratello maggiore di Eugenia si lasciano contagiare dai pregiudizi razziali. Quando lo scrittore ebreo Mihail Sebastian, invitato per una conferenza all'università, viene violentemente aggredito da alcuni militanti di estrema destra, soltanto la ragazza si schiera in sua difesa; colpita da un'improvvisa presa di coscienza, che le apre gli occhi di fronte al pericoloso espandersi dell'odio razziale, si trasferisce a Bucarest, dove ritrova Mihail e finisce per innamorarsene. Mentre il malinconico scrittore, impegnato a confrontarsi con il suo ruolo di intellettuale nel contesto dell'antisemitismo crescente, è esposto a rischi sempre maggiori, Eugenia è determinata a opporsi alla barbarie e a difendere i suoi ideali di libertà: cercando di sopravvivere in un paese sconvolto dalla guerra arriverà a comprendere che l'unico modo per combattere il male è ricercarne l'origine. Sullo sfondo di una nazione contraddittoria e affascinante, questo romanzo vede intrecciarsi la grande storia del secondo conflitto mondiale e le vicende intime dei suoi personaggi.

Il regno delle ombre.
Le indagini del commissario Armand Gamache
di Louise Penny

Il regno delle ombre. Le indagini del commissario Armand GamacheConvocato all'improvviso in una fattoria nei pressi di Three Pines, Armand Gamache, capo della Sûreté du Québec, scopre di essere stato nominato esecutore testamentario da una sconosciuta baronessa. Il documento contiene clausole tanto bizzarre da far sospettare al commissario che si tratti di uno scherzo, ma di lì a qualche giorno, quando nella fattoria viene rinvenuto il cadavere di un uomo, la realtà dei fatti emerge in tutta la sua gravità. Nel frattempo un enorme carico di droga sta per inondare le strade di Montréal, e Gamache, sospeso dal servizio sei mesi prima proprio per non averlo fermato, deve decidere al più presto come agire.

La paziente silenziosa
di Alex Michaelides

La paziente silenziosaAlicia Berenson sembra avere una vita perfetta: è un'artista di successo, ha sposato un noto fotografo di moda e abita in uno dei quartieri più esclusivi di Londra. Poi, una sera, quando suo marito Gabriel torna a casa dal lavoro, Alicia gli spara cinque volte in faccia freddandolo. Da quel momento, detenuta in un ospedale psichiatrico, Alicia si chiude in un mutismo impenetrabile, rifiutandosi di fornire qualsiasi spiegazione. Oltre ai tabloid e ai telegiornali, a interessarsi alla «paziente silenziosa» è anche Theo Faber, psicologo criminale sicuro di poterla aiutare a svelare il mistero di quella notte. E mentre a poco a poco la donna ricomincia a parlare, il disegno che affiora trascina il medico in un gioco subdolo e manipolatorio.
 

La signora del martedì
di Massimo Carlotto

La signora del martedìTre personaggi che la vita ha maltrattato. Bonamente Fanzago, attore pomo dal nome improbabile che un ictus ha messo in panchina e che assiste angosciato all'ascesa dei giovani concorrenti. Tiene duro aspettando che ogni martedì una donna affascinante dal passato misterioso paghi i suoi servizi da gigolò alla pensione Lisbona, un alberghetto poco frequentato dove il proprietario, il signor Alfredo, vive la sua condizione di travestito nascondendosi da un ambiente ipocrita e perbenista. Tre esseri umani sui quali la società si accanisce proprio perché più fragili, ma che troveranno il coraggio di difendersi. Non sono eroi senza macchia né paura, hanno debolezze, hanno commesso errori e a volte azioni riprovevoli. Ma soprattutto aspirano ad amore e rispetto. Quando un imprevisto darà il via a una girandola di effetti collaterali, per i nostri tre personaggi diventerà questione di vita o di morte scavare, dentro di sé e nel proprio passato, per trovare le risorse necessarie a tirarsi fuori dai guai.

Ninfee nere
di Michel Bussi

Ninfee nereA Giverny in Normandia, il villaggio dove ha vissuto e dipinto il grande pittore impressionista Claude Monet, una serie di omicidi rompe la calma della località turistica. L'indagine dell'ispettore Sérénac ci conduce a contatto con tre donne. La prima, Fanette, ha 11 anni ed è appassionata di pittura. La seconda, Stéphanie, è la seducente maestra del villaggio, mentre la terza è una vecchia acida che spia i segreti dei suoi concittadini da una torre. Al centro della storia una passione devastante attorno alla quale girano le tele rubate o perse di Monet (tra le quali le Ninfee nere che l'artista avrebbe dipinto prima di morire). Rubate o perse come le illusioni quando passato e presente si confondono e giovinezza e morte sfidano il tempo. L'intreccio è costruito in modo magistrale e la fine è sorprendente, totalmente imprevedibile. Ogni personaggio è un vero enigma. Un'indagine con un succedersi di colpi di scena, dove sfumano i confini tra realtà e illusione e tra passato e presente. Un romanzo noir che ci porta dentro un labirinto di specchi in cui sta al lettore distinguere il vero dal falso.

La ragazza con la macchina da scrivere
di Desy Icardi

La ragazza con la macchina da scrivereSin da ragazza, Dalia ha lavorato come dattilografa, attraversando il ventesimo secolo sempre accompagnata dalla sua macchina da scrivere portatile, una Olivetti mp1 rossa. Negli anni Novanta, ormai anziana, la donna viene colpita da un ictus che, pur non rivelandosi letale, offusca parte della sua memoria. I ricordi di Dalia tuttavia non si sono dissolti, essi sopravvivono nella memoria tattile dei suoi polpastrelli, dai quali possono essere liberati solamente nel contatto con i tasti della Olivetti rossa. Attraverso la macchina da scrivere, Dalia ripercorre così la propria esistenza: gli amori, i dispiaceri e i mille espedienti attuati per sopravvivere, soprattutto durante gli anni della guerra, riemergono dal passato restituendole un'immagine di sé viva e sorprendente, la storia di una donna capace di superare decenni difficili procedendo sempre a testa alta con dignità e buonumore. Un unico, importante ricordo, però, le sfugge, ma Dalia è decisa a ritrovarlo seguendo gli indizi che il caso, o forse il destino, ha disseminato lungo il suo percorso. La narrazione alla ricerca del ricordo perduto si arricchisce pagina dopo pagina di sensazioni e immagini legate a curiosi oggetti vintage: la protagonista del libro ritroverà la memoria anche grazie a questo tipo di indizi, che appaiono ogni volta in luoghi inaspettati, in una specie di caccia al tesoro immaginaria, tra realtà e fantasia. Dopo "L'annusatrice di libri", sul senso dell'olfatto e la lettura, un romanzo sul tatto e la scrittura, un viaggio a ritroso nella vita di una donna sulle tracce dell'unico ricordo che valeva la pena di essere conservato.

Ogni giorno è un buongiorno.
Quindici gioie che il tè mi ha insegnato
di Noriko Morishita

Ogni giorno è un buongiorno. Quindici gioie che il tè mi ha insegnatoLa cerimonia del tè è uno dei riti tradizionali più affascinanti del Giappone. I monaci buddisti del sedicesimo secolo hanno codificato ogni passaggio di questo rituale che, attraverso i gesti più semplici, chiama i partecipanti a concentrarsi sulla profonda ricerca di se stessi. Con quella sua ritualità che immutata attraversa i secoli, la cerimonia del tè sembra qualcosa di molto lontano dalla vita di tutti i giorni. Lo sembrava anche a Morishita Noriko quando, studentessa svogliata e indecisa sulla strada da intraprendere, su consiglio della madre prese a frequentare un corso sulla cerimonia del tè. Non sa che quelle prime lezioni sono l'inizio di un viaggio che durerà tutta la vita. I momenti dedicati alla cerimonia del tè, ai suoi riti, alla meditazione che impone e, contemporaneamente, dischiude diventano momenti per trovare un senso alle prove che la vita mette davanti a Noriko: un matrimonio annullato poche settimane prima della cerimonia, il tentativo di conciliare il lavoro con il privato, un trasferimento oltreoceano... il caos della vita si riconcilia nel tempo concentrato di una tazza di tè.

Brevemente risplendiamo sulla Terra
di Ocean Vuong

Brevemente risplendiamo sulla TerraLittle Dog ricostruisce in una lettera alla madre la storia della sua famiglia, segnata dalla guerra del Vietnam e dall'emigrazione negli Stati Uniti. Arrivati in America nel 1990, Little Dog e sua madre Rose si stabiliscono in Connecticut, dove lei si mantiene facendo manicure e pedicure. Ma la donna soffre di un disturbo da stress post-traumatico che si manifesta in violenti scoppi d'ira contro il figlio, alternati a gesti di tenerezza assoluta. Con loro abita la nonna Lan, che ha vissuto il dramma della guerra in prima persona: fuggita da un matrimonio combinato con un uomo molto più anziano, è costretta a vendersi ai soldati americani per mantenersi. Little Dog, crescendo, si fa interprete del dialogo impossibile tra le generazioni della sua famiglia tutta al femminile, unendo due donne che non parlano l'inglese e faticano a integrarsi nella cultura americana. Prendendosi cura degli altri, Little Dog impara a conoscere se stesso, dal difficile rapporto con i suoi coetanei che lo prendono di mira per la sua diversità, fino alla scoperta dell'amore. "Brevemente risplendiamo sulla terra" è una storia di formazione che, attraverso il legame d'amore tra un figlio e una madre, parla di identità, differenza, di come impariamo ad abitare i sentimenti più grandi.

I fantasmi di Parigi
di Sebastian Faulks

I fantasmi di ParigiTariq, diciannove anni, braccia magre e capelli scarmigliati, abita in una casa bianca appena fuori dalla medina di Tangeri. Suo padre, Malik Zafar, è un imprenditore di mezza tacca con l'ambizione che il figlio segua le sue orme; della madre, Hanan, morta quando lui aveva appena nove anni, Tariq sa invece poco e nulla, se non che la donna aveva origini francesi. Per questo motivo, quando il ragazzo decide di tagliare la corda per sfuggire alle pressioni paterne, l'unica meta possibile sembra essere Parigi, la scintillante città dove Hanan è cresciuta e dove lui spera di scoprire qualcosa su di lei. L'americana Hannah, dopo aver trascorso un periodo in Africa, sbarca a Parigi con l'intenzione di concludere la sua tesi post-dottorato e condurre delle ricerche sulla condizione delle parigine durante l'Occupazione tedesca. Dieci anni sono trascorsi dal suo primo soggiorno nella capitale francese, ma l'eco di un grande amore, e della terribile delusione conseguita, ancora non smettono di tormentarla. Hannah e Tariq hanno poco in comune, ma entrambi sono alla ricerca di qualcosa di perduto: dei fantasmi di Parigi e, al contempo, dei loro personali fantasmi. Quando le loro strade si incroceranno, e soprattutto incroceranno quella della misteriosa Clémence, venticinquenne dalla carnagione scura e gli occhi neri, il passato tornerà a galla con prepotenza, travolgendo ogni cosa.

Libri sotto l'albero per i più piccini

Milisava Petkovi
Amica Luna

Amica LunaQuesta storia magica s'intreccia con quella di una delle imprese più straordinarie compiute dall'uomo: lo sbarco sulla Luna. Protagonisti sono cinque bambini che la Luna trascina con sé in un fantastico viaggio alla scoperta dell'universo e dei suoi misteri. I nostri esploratori si troveranno proiettati nello spazio più profondo, dove vivranno incredibili avventure a cavallo del satellite. Nel frattempo, sulla Terra ci si mobilita per cercare i piccoli cosmonauti e la NASA organizza una missione per recuperarli: ed ecco entrare in scena l'Apollo 11, con i tre valorosi astronauti che riescono a rintracciare la posizione della Luna e a toccare la sua superficie il 20 Luglio 1969, riacciuffando il satellite e riportando a casa l'avventuroso equipaggio. Nella parte finale, una ricca sezione illustrata fornisce un utilissimo approfondimento sulla Corsa allo Spazio e sulla missione del vero Apollo 11, che spiega ai bambini come l'uomo sia stato in grado di compiere un passo così importante. Un QR Code permette di accedere al video dell'allunaggio. Gadget: una luna come pallone gonfiabile.
Età di lettura: da 3 anni.

Carolina D'Angelo
Rosita e Piumino. Sulle ali dell'amicizia

Rosita e Piumino. Sulle ali dell'amiciziaPossono un bellissimo fenicottero e un passerotto timido diventare amici? Chi lo sa... Le differenze tra loro non mancano. Ma un amico Vero ti resta accanto e ti fa volare in alto. Sempre.
Età di lettura: da 4 anni.


Agnès de Lestrade, Valeria Docampo
La piccola tessitrice di nebbia

La piccola tessitrice di nebbiaIl mondo di Rose è immerso nella nebbia. Lei la raccoglie con una rete e la tesse in drappi e veli che vende agli abitanti del paese. Stoffe per nascondere quello che non vogliono vedere: le rughe del proprio volto allo specchio, due genitori insopportabili, troppi debiti... Ma un giorno Rose riceve una lettera dal padre, lontano da tempo, e all'improvviso tutto cambia.
Età di lettura: da 5 anni.

Cecilia Randall
Lucas dalle ali rosse

Lucas dalle ali rosseLucas ha dieci anni e un grande sogno: costruire castelli imponenti come quello in cui suo padre militava come cavaliere. Ma da quando l'uomo è scomparso e il suo nome è stato infangato con l'accusa di alto tradimento, per Lucas e la madre le cose non sono state facili. I due vivono ai margini della contea e nessuno vuole avere a che fare con loro. Il giorno in cui Lucas trova un gheppio ferito nel bosco, però, la sua vita cambia per sempre. Il gheppio sembra capirlo. Sembra ascoltarlo. Sembra quasi... magico. A lui Lucas può dire anche ciò che gli è proibito pronunciare ad alta voce: suo padre è innocente, e lui è più determinato che mai a dimostrarlo al mondo intero. Grazie all'aiuto dell'astuto rapace, Lucas è pronto a travestirsi e affrontare perfino il Signore di Fuldezia e i suoi uomini, pur di scoprire la verità, perché con un gheppio magico al suo fianco niente è impossibile.
Età di lettura: da 7 anni.

Sir Steve Stevenson
Assassinio a Londra. Agatha Mistery

Assassinio a Londra. Agatha MisteryAgatha e Larry sono alle prese con i preparativi per la cena di Natale, quando qualcuno suona alla porta: è il cugino Darren, ma non è lì per la festa. Ha bisogno di aiuto per indagare su un mistero del passato, un caso complicatissimo che nessuno è mai riuscito a risolvere. È l'inizio di una sfida che porterà Agatha e Larry in giro per Londra, dal cimitero di Highgate, passando per un fiume sotterraneo, fino a Buckhingham Palace, in una caccia agli indizi sempre più avvincente.
Età di lettura: da 8 anni.

Beatrice Masini
Orme nella neve

Orme nella neveLa mamma e il papà sono partiti per i Caraibi e per un ragazzo costretto a restare a casa con il nonno il Natale si annuncia noioso. Ma le cose prenderanno una piega inaspettata, perché il nonno ha preparato un piano segreto: ad aspettarli sono la casa in collina circondata da un bosco fitto ai piedi delle montagne e, tra i silenzi e la neve, un'avventura inspiegabile, intima e miracolosa, com'è possibile solo a Natale e solo con un nonno speciale.
Età di lettura: da 8 anni.

Angélique Chevalier
Una spia per la regina. Blanche

Una spia per la regina. Blanche1633, corte di Francia. A palazzo, tra le sale del Louvre, vive un'astuta ragazza: Blanche de la Fère, dama di compagnia della regina Anna e spia dal cuore coraggioso, nonché lesta spadaccina presso il quartier generale dei moschettieri di d'Artagnan! Pur di proteggere la sua regina dagli intrighi di corte, Blanche, quattordici anni e uno spirito ribelle, è pronta a tutto anche a inseguire sui tetti di Parigi in una gelida notte d'autunno il famigerato Giglio Scarlatto, il re dei ladri!
Età di lettura: da 9 anni.

Guido Sgardoli
Il figlio di Sherlock Holmes

Il figlio di Sherlock HolmesDavid ha una mente acuta e brillante e una convinzione che si porta dietro sin dall'infanzia, trascorsa in un orribile orfanotrofio: di essere il figlio segreto di Sherlock Holmes. Per questo decide di seguire le orme del grande investigatore, scomparso in modo misterioso, e insieme all'amico Calum si trasferisce nell'appartamento al 221/B di Baker Street. Il primo incarico non si fa attendere, glielo propone un certo John Snow, che ha qualche problema con uno dei suoi affittuari. David e Calum accettano, benché il caso appaia fin troppo semplice. Ma ben presto si ritroveranno intrappolati in un labirinto fatto di intrighi, enigmi e finzioni. Chi si nasconde dietro la catena di indizi che, come una caccia al tesoro, trascinerà i due giovani investigatori ai quattro angoli di Londra? David è pronto ad affrontare ogni pericolo, forte della fiducia nelle proprie capacità deduttive e della speranza che prima o poi Sherlock Holmes tornerà, per abbracciarlo e mostrare al mondo intero il suo figlio segreto.
Età di lettura: da 10 anni.

Astrid Lindgren
Ronja. Figlia di brigante

Ronja. Figlia di briganteRonja, unica e amatissima figlia di Lovis e del brigante Mattis, vive felice nella rocca di famiglia e scorrazza libera nella foresta, dove i pericoli sono molti. Ma lei sa di dover stare attenta soprattutto ai nanigrigi, alle strigagne e ai briganti di Borka, il nemico giurato di suo padre. Perciò, quando fa amicizia con Birk, suo coetaneo e figlio di Borka, alla rocca succede un pandemonio. Ronja e Birk non possono essere amici... a meno che non prendano una decisione drastica: mandare tutti affampippolo e scappare di casa. L'estate è meravigliosa e piena di avventure, ma cosa succederà con l'arrivo dell'inverno? Mattis riuscirà ad accettare che Ronja e Birk siano amici? E tornerà a rivolgere la parola alla sua adorata bambina?
Età di lettura: da 10 anni.

Fulvia Degl'Innocenti
Ippovolpe

IppovolpeIppovolpe è una creatura unica al mondo, non c'è nessuno come lui. L'amicizia con la volpe lo fa stare bene però ha bisogno di sapere da dove viene, chi è davvero. E il suo viaggio continua fino quando dai vetri di una finestra vede una bambina addormentata. Che cosa sta sognando?
Età di lettura: da 4 anni.

Astrid Lindgren
La volpe e il Tomte

La volpe e il TomteNella fredda notte di Natale una volpe si avvicina quatta quatta alla fattoria degli uomini ed entra nel pollaio. Nessuno si accorge del suo arrivo. Nessuno, tranne il tomte, lo gnomo guardiano. Riuscirà il tomte a salvare le galline e a sfamare la volpe affamata?
Età di lettura: da 4 anni.

Quentin Gréban
Quando sarò grande

Quando sarò grandeA scuola la maestra chiede a ciascun bambino quale lavoro vorrebbe fare da grande: il poliziotto, il dottore, la ballerina, il supereroe… la maggior parte di loro ha già le idee chiare! Solo Giulietta sembra non saperlo ancora…Un nuovo meraviglioso libro illustrato da Quentin Gréban per rispondere in modo spiritoso e tenero alla temibile domanda: “Cosa farai da grande?” Ai piccoli lettori la gioia di scoprire attraverso gli indizi quali più o meno probabili mestieri vorranno fare gli adorabili cuccioli protagonisti.
Età di lettura: da 5 anni.

Matthew Cordell
Un lupo nella neve

Un lupo nella neveColta da una bufera di neve mentre ritorna a casa da scuola, una ragazzina con una mantellina rossa scopre un cucciolo di lupo lasciato indietro dal branco. Uno straordinario racconto di amicizia un viaggio eroico narrato con amore.
Età di lettura: da 5 anni.

Chen Jiang Hong
Dolci di Luna

Dolci di LunaLa principessa Xian-Zi è la figlia dell'Imperatore di Giada e vive nel Palazzo del Cielo; un giorno scende sulla Terra, aiuta un uomo e da questo incontro nasce un bambino, Tian-Zi. L'imperatore, però, ordina a una sua fedele guardia di riportare a casa la principessa e così Tian-Zi cresce senza la sua mamma. Diventato grande il bimbo decide di andare a cercarla, si avventura lungo il Cammino del Cielo e dopo mille avventure riesce a trovare la principessa. Una gioia immensa riempie il cuore di Xian-Zi che per il suo bambino prepara dolci mai visti sulla Terra: i dolci di Luna. Ma nessun umano può rimanere nel Palazzo del Cielo e l'imperatore fa riportare sulla Terra il piccolo Tian-Zi... Il finale regala l'emozione di un gesto buono e speciale, proprio come i dolci di Luna. Un velo di malinconia si posa sulle grandi tavole dai colori intensi ed espressivi, che contengono molti elementi della cultura cinese.
Età di lettura: da 5 anni.

Furio Zara
Favole mondiali. 60 storie incredibili per bambini da 6 ai 60 anni (e molto oltre)

Favole mondiali. 60 storie incredibili per bambini da 6 ai 60 anni (e molto oltre)Questo è un libro da leggere con un pallone a fianco. Un pallone da accarezzare e da sfregare, come la lampada di Aladino. Chi ama il calcio sa che il pallone ha tante storie da raccontare. Storie di campioni straordinari, partite epiche, gol da leggenda. Favole. Perché la magia è la stessa. Che ci emozionano, ci lasciano a bocca aperta, ci fanno battere il cuore, ci portano lungo sentieri di una memoria che magari non è la nostra, ma è quella di nostro padre o - ancora più in là nel tempo - di nostro nonno. Nel calcio funziona così: c'era una volta, ed è sempre una volta nuova. Ogni storia è una stella che brilla nel cielo infinito della nostra fantasia dove Maradona e Pelé si passano il pallone di tacco e di punta, Gigi Buffon rimane fermo in volo da un palo all'altro, Messi torna bambino, Rivera alza le braccia al cielo, Baggio chiude gli occhi prima di un calcio di rigore e Cristiano Ronaldo scopre il modo di far felici i suoi amici. Quando avrete finito di leggere l'ultima coloratissima pagina, quando avrete chiuso il libro e la scintilla dell'ultima storia brillerà ancora, solo allora vi accorgete che il pallone che avete tenuto al vostro fianco vi ha fatto compagnia. Come un amico vero, di quelli capaci di rimanere in silenzio e ascoltare la musica dei sogni.

Sir Steve Stevenson
Storie per bambini che hanno il coraggio di essere unici. Storie vere di bambini straordinari che hanno cambiato il mondo senza dover uccidere draghi

Storie per bambini che hanno il coraggio di essere unici. Storie vere di bambini straordinari che hanno cambiato il mondo senza dover uccidere draghiUna collezione di 100 storie esemplari, di uomini celebri e uomini comuni, del passato e del predente, che hanno reso il mondo un posto migliore grazie alla loro generosità, al loro altruismo e avendo fiducia in se stessi.
Età di lettura: da 8 anni.


Pierdomenico Baccalario, Davide Morosinotto

Attenti ai lupi. Le sette storie più spaventose dei fratelli Grimm

Attenti ai lupi. Le sette storie più spaventose dei fratelli GrimmSette fiabe per stupire. Sette fiabe per incantare. Sette fiabe per stregare e per non far dormire sonni tranquilli. Pierdomenico Baccalario e Davide Morosinotto hanno scritto un libro per chi non ha paura del buio. Per chi non teme i mostri e non ama solo le fiabe a lieto fine. Un libro per ragazze e ragazzi tosti, che vogliono sapere che cosa accadde davvero quando Cappuccetto Rosso entrò nel bosco. Che cosa fecero le sorellastre di Cenerentola pur di indossare la scarpetta di cristallo. Che cosa c'era nello specchio magico di Biancaneve. Che cosa sopportarono Hansel e Gretel nella casa della strega... Sette storie eccezionalmente spaventose che raccontano in modo inedito i più grandi capolavori dei fratelli Grimm. Dal Principe Ranocchio a Sette in un colpo, da Hänsel e Gretel al Pifferaio magico. Non avete mai letto i Grimm così. "Le fiabe sono roba da bambini. È questo che pensate. Magari vi ricordano quando eravate piccoli, e la sera stavate nei lettini, al sicuro, e i vostri genitori leggevano qualche storia per farvi addormentare. Giusto? Sbagliato! Le fiabe hanno i denti. Morsicano. Perciò il nostro consiglio è di posare questo libro per non toccarlo mai più, nemmeno per errore. Altrimenti... c'è solo un consiglio che possiamo darvi. State molto attenti ai lupi".
Età di lettura: da 9 anni.

Michela Brandino, ill. Vanessa Rubino
Storia del libro magico di Elva

Storia del libro magico di ElvaElva, piccolo paesino isolato in una splendida cornice naturale è il luogo dove si svolge la nostra storia. Tra le alte montagne ed i verdi pascoli sono nate nel tempo molte leggende e superstizioni che ancora oggi incuriosiscono tanti visitatori. Un prete, il protagonista del libro, ci guida in queste leggende e ci fa conoscere il potere del misterioso "Libro del comando" che solo lui sa leggere correttamente. I guai incominciano quando il buon sacerdote si deve allontanare... Un viaggio nel tempo e nelle leggende di Elva attraverso illustrazioni che vi accompagneranno nella magica leggenda del Libro Magico che sconvolse il piccolo paesino perso nelle montagne cuneesi e che ancor si dice si celato in quei luoghi.
Età di lettura: da 10 anni.

Libri sotto l'albero per i più grandi

Luca Bianchini
So che un giorno tornerai

So che un giorno torneraiAngela non ha ancora vent'anni quando diventa madre, una mattina a Trieste alla fine degli anni Sessanta. Pasquale, il suo grande amore, è un "jeansinaro" calabrese, un mercante di jeans, affascinante e già sposato. Lui le ha fatto una promessa: "Se sarà maschio, lo riconoscerò". Angela fa tutti gli scongiuri del caso ma nasce una femmina: Emma. Pasquale fugge immediatamente dalle sue responsabilità, lasciando Angela crescere la bambina da sola insieme alla sua famiglia numerosa e sgangherata. I Pipan sono capitanati da un nonno che rimpiange il dominio austriaco, una nonna che prepara le zuppe e quattro zii: uno serio, un playboy e due gemelli diversi che si alternano a fare da babysitter a Emma. Lei sarà la figlia di tutti e di nessuno e crescerà così, libera e anticonformista, come la Trieste in cui vive, in quella terra di confine tra cielo e mare, Italia e Jugoslavia. Fino al giorno in cui deciderà di mettersi sulle tracce di suo padre, e per lui questa sarà l'occasione per rivedere Angela, che non ha mai dimenticato.

Davide Livermore, Rosa Mogliasso
1791. Mozart e il violino di Lucifero

1791. Mozart e il violino di LuciferoSi può indagare su un violino come s'indagherebbe su un delitto? Si possono utilizzare i frammenti di un prezioso strumento accidentalmente stritolato tra le porte automatiche di un teatro come indizi di un crimine che trova le sue radici nel passato e solo nel presente può essere svelato? Il bisogno di conoscere la verità porterà il maestro Flavio Tondi, virtuoso del violino, uomo serio e metodico, ma dalla vita agitata da donne fatali e ricorrenti, ad affrontare una ricerca che lo condurrà in bucolici cottage della campagna inglese, fatiscenti palazzi parigini e, infine, sul podio del teatro di Astana in Kazakistan, dove la sua ossessione troverà pace e pace potrà donare non a lui solo, ma a tutta l'umanità. Un thriller storico che partendo da uno sperduto monastero secergesco si sviluppa fino ai giorni nostri, una storia fantastica, a briglia sciolta, temperata dallo sforzo di aderire ad accadimenti reali, a personaggi esistiti: conti, marchesi, principi illuminati, ma anche contadini spezzati dalla miseria, barbieri eviratori, giovani puttanelle spregiudicate, tutti rivisitati in chiave bizzarra e spesso spietata, tanto quanto spietate sono state le loro vite. Su tutti, la lancinante umanità di Venanzio Rauzzini, l'unica voce di castrato amata da Mozart.

Gianluca Giraudo
Quello che non sono mi assomiglia

Quello che non sono mi assomigliaIgnacio è un uomo di mezza età, un padre e un marito esemplare, uno stimato professore. Un giorno, all'improvviso, scompare. Nessuno sa dove possa essere finito: non ne hanno idea l'ex moglie, i figli, tutte le persone che, a vario titolo e in misure e gradi diversi, hanno avuto contatti e relazioni con lui. Tutti si interrogano su questa scomparsa che ha incrinato un equilibrio. L'indagine, le supposizioni, le ipotesi però smuovono qualcosa nelle anime di ognuno dei personaggi costringendoli a fare i conti con la loro esistenza, con nodi irrisolti, lati oscuri e non detti sepolti nel profondo. "Quello che non sono mi assomiglia" è un romanzo corale, polifonico, che dell'incessante ricerca della felicità fa il suo perno narrativo e la sua poetica. Un romanzo vivido e sospeso come un quadro di Hopper, denso di personaggi nei quali non possiamo che riconoscere noi e le nostre scelte; un grande affresco preciso come una fotografia, largo come una carrellata su un paesaggio che si perde all'orizzonte. Nella spirale che condurrà ciascuno al proprio destino, qualcuno si salverà.

Marco Balzano
Resto qui

Resto quiL'acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua materna è qualcosa che ti appartiene fino in fondo. Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora, per non perdere la propria identità, non resta che provare a raccontare. Trina è una giovane madre che alla ferita della collettività somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia. Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle, nella speranza che le parole gliela possano restituire. Finché la guerra viene a bussare alla porta di casa, e Trina segue il marito disertore sulle montagne, dove entrambi imparano a convivere con la morte. Poi il lungo dopoguerra, che non porta nessuna pace. E così, mentre il lettore segue la storia di questa famiglia e vorrebbe tendere la mano a Trina, all'improvviso si ritrova precipitato a osservare, un giorno dopo l'altro, la costruzione della diga che inonderà le case e le strade, i dolori e le illusioni, la ribellione e la solitudine. Una storia civile e attualissima, che cattura fin dalla prima pagina.

Edna O'Brien
Un feroce dicembre

Un feroce dicembreA Cloontha passato e presente, mito e ricordi si mischiano senza soluzione. Michael Bugler vi è tornato deciso a far fruttare i terreni dei suoi avi. Ha vissuto in Australia per anni come uno straniero e adesso tutto ciò che vuole è lavorare la sua terra. Joseph Brennan, il suo vicino, non ha mai lasciato il paese in cui è nato. Nonostante un'iniziale amicizia, Brennan vede Bugler come una minaccia: non gli piacciono le sue innovazioni, il suo atteggiamento di sfida. Soprattutto, non può dimenticare che una volta le loro famiglie erano nemiche. Sua sorella Breege, invece, ne è attratta. Quel giovane forestiero le sembra incarnare quanto è mancato finora nella sua vita - novità, spregiudicatezza, il coraggio di cambiare - e se ne innamora. E quando Bugler pretende di riavere un appezzamento sfruttato dai Brennan, le tensioni covate troppo a lungo non possono che deflagrare. In maniera feroce.

Giuseppe Festa
I figli del bosco. L'avventura di due lupi alla scoperta della libertà

I figli del bosco. L'avventura di due lupi alla scoperta della libertàUlisse e Achille sono cuccioli di lupo: trovati nel bosco soli e in difficoltà, vengono affidati a Elisa e ai volontari del Centro Monte Adone, una struttura per il recupero e la cura degli animali selvatici sull'Appennino Bolognese. Secondo la prassi i due dovrebbero rimanere in un recinto per il resto dei loro giorni: quando crescono al fianco dell'uomo, infatti, i lupi non apprendono il linguaggio del branco, strumento indispensabile per sopravvivere in natura. Ma Elisa e i suoi compagni non si vogliono arrendere: hanno deciso che restituiranno al bosco i suoi figli, ridando loro la possibilità di una vita senza recinzioni. Ad accompagnare i ragazzi di Monte Adone in questa sfida del coraggio, dell'ostinazione e della passione è Giuseppe Festa: trascorre con loro quindici mesi tra le cime innevate e selvagge dell'Appennino, ne condivide entusiasmi e delusioni, e oggi racconta in queste pagine l'avventura loro e di Ulisse e Achille, fino al sorprendente finale. "I figli del bosco" celebra il fascino della natura, senza rappresentarla come un sogno romantico ma raccontandola in tutta la sua asprezza; sfata miti e pregiudizi, rivelando la fierezza e l'anelito di libertà incarnato dagli animali; e ci conquista evocando il rapporto di amore e paura, attrazione e rispetto che da millenni unisce gli uomini e i lupi.

Harry William McRaven
Fatti il letto. Piccole cose che cambiano la tua vita... e forse il mondo

Fatti il letto. Piccole cose che cambiano la tua vita... e forse il mondo"Se la mattina vi fate il letto, avrete portato a termine il primo compito della giornata. Questo vi darà una sensazione di orgoglio e vi incoraggerà a concluderne un altro, e poi un altro ancora. Farsi il letto, inoltre, rimarca la consapevolezza che nella vita le piccole cose contano. Se non sapete fare bene le piccole cose, non ne farete mai di grandi". Non è un'esperta di riordino o una madre esasperata a dettare questa semplice regola, ma un ammiraglio a quattro stelle della Marina americana. Nel suo discorso tenuto ai laureandi dell'università del Texas alla cerimonia di consegna dei diplomi, William McRaven ha condiviso i dieci principi che ha imparato durante l'addestramento da Navy seal e che lo hanno aiutato a superare le sfide non solo nella sua carriera, ma lungo tutta la sua vita. Perché non è necessario essere un Navy seal per trovarsi in situazioni difficili, dover prendere decisioni complicate o affrontare compiti apparentemente insormontabili. Chiunque, ha detto, può usare queste semplici regole per migliorare se stesso, e il mondo. Quel discorso, che ha avuto oltre cento milioni di visualizzazioni in rete, è il punto di partenza di "Fatti il letto". Intrise di empatia e coraggio, queste pagine hanno il contagioso potere di ispirare il lettore a dare il meglio di sé e ottenere il massimo dalla propria vita.

Michela Murgia
L'inferno è una buona memoria. Visioni da «Le nebbie di Avalon» di Marion Zimmer Bradley

L'inferno è una buona memoria. Visioni da «Le nebbie di Avalon» di Marion Zimmer BradleyQuanto somiglia Cabras, Sardegna, paese natale di Michela Murgia, ad Avalon, Britannia, luogo mitico di Re Artù e della spada nella roccia? Se Morgana, Igraine e Viviana, le "Signore del Lago", hanno il potere di sollevare le nebbie con le parole e influenzare le vite dei cavalieri della Tavola Rotonda, Michela Murgia, nata in mezzo alle acque di Cabras, ha il potere di sollevare le nebbie intorno alle storie e alle idee che ci circondano, raccontandoci la versione delle donne, nel solco ideale di Ave Mary. In un viaggio che comincia in mezzo al mare e in mezzo al mare ritorna, una delle maggiori scrittrici italiane racconta come e perché è diventata femminista, come e perché ha cominciato a temere le gerarchie religiose, come e perché non ha mai smesso di giocare di ruolo nel mondo magico di Lot, come e perché certi libri che ci hanno fatto crescere, in effetti, li abbiamo mangiati più che letti, e soprattutto come e perché creare ogni giorno il mondo che ci circonda è un gesto politico.

Michele Ainis
Il regno dell'Uroboro. Benvenuti nell'era della solitudine di massa

Il regno dell'Uroboro. Benvenuti nell'era della solitudine di massaLa libertà di manifestazione del pensiero rappresentava la “pietra angolare” della democrazia. Ma ormai non è più così: non siamo più liberi di pensare i nostri stessi pensieri. La trappola scatta il 4 dicembre 2009, quando Google avverte gli utenti che da allora in poi avrebbe personalizzato il proprio motore di ricerca. Significa che i risultati cambiano a seconda delle ricerche precedenti, del computer da cui stiamo interrogando Google, del luogo nel quale ci troviamo. Più che una riforma, una rivoluzione, che si propaga immediatamente agli altri giganti della Rete, da Apple a Microsoft, da Amazon a Facebook, a Twitter, a WhatsApp. Ciascuno di loro succhia dati mentre navighiamo online, carpisce i nostri gusti, le nostre opinioni, le nostre frequentazioni telematiche, per venderle poi agli inserzionisti, che in questo modo possono inseguirci con una pubblicità tagliata su misura. Queste tecniche di profilazione mettono in gioco la possibilità di rapportarci gli uni agli altri, d’aprirci al mondo esterno. I filtri che agiscono sul web tendono a proporci all’infinito le stesse fonti da cui già ci siamo alimentati, le stesse opinioni, le stesse informazioni. E la Rete diventa un po’ come uno specchio, una superficie riflettente dove non si moltiplica l’immagine del mondo bensì quella dei singoli individui. La nuova condizione umana è così una solitudine di massa che ci lascia senza democrazia, dato che quest’ultima si nutre del confronto tra punti di vista eterogenei. Quale regime potrà sostituirla? Il regno dell’Uroboro, serpente che si morde la coda, formando un cerchio chiuso. Il regno dell’autoreferenza.

Valentina Mattia
Alice Schanzer. L'alambicco dei ricordi

Alice Schanzer. L'alambicco dei ricordiÈ morta il 4 gennaio del 1936, eppure lei, Alice Schanzer, è viva e vegeta. A scoprirlo è Valeria - messinese di nascita e studentessa universitaria, che nel consueto giorno di mercato si trova a dover fare i conti con uno strano scherzo del destino, nonché con un caleidoscopio che si serve di specchi "magici" e frammenti di vita altrui - e Massimo, il suo migliore amico che, oltre a sviluppare una coppia di invidiabili bicipiti, passa il tempo ad acquistare vaschette take-away per la donna di cui forse si sta innamorando, e per una strana entità, impegnata a risolvere situazioni ingarbugliate e a sciogliere imbarazzanti dubbi. Come dentro a un alambicco, Alice, distilla a fatica i propri ricordi, condividendoli con l'essere di un altro tempo che riesce a prendersi cura di lei, creatura fragile e disorientata. L'empatia profonda tra le due donne si snoda attraverso carteggi, sensazioni e sguardi e rischia di minacciare l'amicizia tra Massimo e Valeria. Già una volta il loro rapporto è stato minato da un importante evento... Con la doppia residenza Cuneo-Roma, riuscirà Alice a uscire dal tormento che affligge la sua anima? Intanto, Tancredi Galimberti, suo marito e affermato penalista, e i suoi due figli Carlo e Duccio, sono ostaggi di una clessidra che si svuota e si riempie di novità, nelle quali è incluso il dolore inconsolabile del lutto. Un addio definitivo potrebbe fare la differenza e permettere all'unica donna che abbiano mai amato di unirsi alle anime pellegrine, che la attendono ormai da tempo. I viaggi d'altronde sono fatti di ritorni e di partenze e Alice, solo alle soglie del Ventunesimo secolo, affronterà uno dei momenti chiave della sua straordinaria esistenza, grazie a una amica che ha creduto in lei e nella forza dei sentimenti.

Marianne Jeaglé
Giallo Van Gogh

Giallo Van GoghAuvers, luglio 1890. Vincent Van Gogh rientra dal campo dove si è recato a dipingere, barcollando, ferito a morte. Suicidio? Incidente? Eccesso di follia? Nessun testimone ha mai levato il velo sulle circostanze esatte del colpo di pistola che l'ha ucciso. Recentemente, alcuni storici americani hanno sostenuto la tesi dell'omicidio, punto di partenza di questo romanzo. La storia ripercorre gli ultimi due anni di vita dell'artista, tanto tormentati quanto prolifici - trascorsi nella Casa Gialla ad Arles in compagnia di Gauguin, all'istituto per alienati di Saint-Rémy e infine a Auvers-sur-Oise -, e risponde alle domande sulla sua tragica fine. Chi è responsabile della sua morte? Perché è stato ucciso? Mostrando Vincent Van Gogh alle prese con il suo tempo, disperato di sentirsi così diverso dalle persone che lo circondano e dai suoi compagni pittori, schernito da tutti, solo e totalmente preso dal suo impulso creativo, questo libro vuole rendere giustizia a un uomo e un artista eccezionale, che la sua epoca ha condannato a morte.

Vito Mancuso
La via della bellezza

La via della bellezzaPerché ci viene spontaneo raccogliere sulla spiaggia del mare le conchiglie e i sassolini più belli? Perché rimaniamo incantati davanti a un volto umano o a un dipinto, o avvertiamo un'inesprimibile dolcezza interiore ascoltando musica, o ci soffermiamo con gli occhi spalancati a contemplare un tramonto? Perché, in altre parole, ricerchiamo quella rivelazione, quell'epifania che definiamo bellezza? Vito Mancuso affronta in questo nuovo affascinante libro un mistero che è tipico dell'uomo, e ne interpreta le profondità per farne la bussola capace di orientare il cammino verso la verità. Superando l'aspetto esteriore dei nostri corpi per approfondire il senso dell'interiorità della nostra anima fatta di armonia e fascino, eleganza e grazia, questa riflessione diventa un'avventura alla ricerca delle sorgenti della bellezza in grado di indicarci quali pratiche concrete possiamo mettere in atto per rendere quotidiano il nostro rapporto con essa: solo in questo modo infatti potremo superare ogni indifferenza e tornare, o addirittura iniziare, a gioire al cospetto di quelle opere e di quegli eventi capaci di stringerci il cuore. Perché ricercare e custodire la bellezza è la via privilegiata per onorare il compito che attende la nostra vita.

Bianca Pitzorno
Il sogno della macchina da cucire

Il sogno della macchina da cucireC'è stato un tempo in cui non esistevano le boutique di prêt-à-porter e tantomeno le grandi catene di moda a basso prezzo, e ogni famiglia che ne avesse la possibilità faceva cucire abiti e biancheria da una sarta: a lei era spesso dedicata una stanza della casa, nella quale si prendevano misure, si imbastivano orli, si disegnavano modelli ma soprattutto - nel silenzio del cucito - si sussurravano segreti e speranze. A narrarci la storia di questo romanzo è proprio una sartina a giornata nata a fine Ottocento, una ragazza di umilissime origini che apprende da sola a leggere e ama le opere di Puccini ma più di tutto sogna di avere una macchina da cucire: prodigiosa invenzione capace di garantire l'autonomia economica a chi la possiede, lucente simbolo di progresso e libertà. Cucendo, la sartina ascolta le storie di chi la circonda e impara a conoscere donne molto diverse: la marchesina Ester, che va a cavallo e studia la meccanica e il greco antico; miss Lily Rose, giornalista americana che nel corsetto nasconde segreti; le sorelle Provera con i loro scandalosi tessuti parigini; donna Licinia Delsorbo, centenaria decisa a tutto per difendere la purezza del suo sangue; Assuntina, la bimba selvatica... Pur in questa società rigidamente divisa per classe e censo, anche per la sartina giungerà il momento di uscire dall'ombra e farsi strada nel mondo, con la sola forza dell'intelligenza e delle sue sapienti mani. Bianca Pitzorno dà vita in queste pagine a una storia che ha il sapore dei feuilleton amati dalla sua protagonista, ma al tempo stesso è percorsa da uno sguardo modernissimo. Narrare della sartina di allora significa parlare delle donne di oggi e dei grandi sogni che per tutte dovrebbero diventare invece diritti: alla libertà, al lavoro, alla felicità.

Margherita Belgioioso
Là dove si inventano i sogni. Donne di Russia

Là dove si inventano i sogni. Donne di RussiaQuesto libro raccoglie in una lunga catena le vite di sedici donne russe formando una staffetta ideale dove il testimone è la storia della Russia negli ultimi due secoli. Si passa dall'abolizione della servitù della gleba alle rivolte dei decabristi, dall'assassinio dello zar Alessandro II alla rivoluzione bolscevica, dall'assedio di Leningrado ai gulag e alla perestrojka. Scrittrici, poetesse, ballerine, rivoluzionarie, artiste, figure di potere, dissidenti: donne che si sono incontrate, hanno avuto una casa in comune o hanno lottato per gli stessi ideali. Ecco l'attrice preferita di Stalin e il ministro della Cultura di Chruscëv, Anna Achmatova e Nina Berberova, la musa di Majakovskij e la moglie di Andrej Sacharov. Attraverso il racconto delle loro storie straordinarie emerge il disegno di un mondo complesso per molti versi sconosciuto. L'epilogo è dedicato a Anna Politkovskaja, che l'autrice ha incontrato di persona nei suoi undici anni a Mosca da giornalista.

Massimo Vacchetta
Cuore di riccio. Storia di una piccola maestra che mi ha insegnato il coraggio

Cuore di riccio. Storia di una piccola maestra che mi ha insegnato il coraggioLisa ha vispi occhi scuri, un corpo snello e un bel musetto appuntito. L'hanno trovata boccheggiante in un giardino, probabilmente tramortita da un'auto. Solo Massimo, il veterinario che ha fondato il Centro Recupero Ricci nelle Langhe, può salvarla. Sembra un'impresa disperata, ma né lei né lui si arrendono e dopo una notte di trepidazione, la piccola si rimette in piedi. O quasi, perché il trauma cranico le ha provocato un'emiparesi che l'ha resa disabile. È giusto tenerla così, sapendo che avrà bisogno di cure costanti e non potrà riassaporare la libertà? E cosa fare con Musetta, sfigurata da un tosaerba? O Ditina, nata senza le zampe posteriori? Massimo non ha dubbi: la vita è vita e va preservata, soprattutto se dimostra tanta ostinazione. Da quel momento Lisa e gli altri diventano i suoi compagni inseparabili: nelle lunghe ore per accudirli, nelle veglie dopo l'ennesima crisi, i riccetti gli insegnano la pazienza, l'empatia e la dolcezza racchiusa nei piccoli gesti. Una lezione che si rivelerà preziosissima: quando sarà la madre ad ammalarsi, Massimo riuscirà piano piano a superare i contrasti e le incomprensioni, ritrovando la tenerezza che li ha sempre legati. In questo libro l'autore di "25 grammi di felicità" affronta con coraggio le pieghe controverse dell'affetto e della dedizione, dimostrando che gli animali, nella loro semplicità, hanno una visione più immediata e pulita di noi e possono aiutarci a riscoprire la vita nella sua essenza.

Un'estate da... sogno per i più grandi

Marissa Stapley
LA LOCANDA DEI RICORDI D'ESTATE

LA LOCANDA DEI RICORDI D'ESTATECi sono luoghi che hanno il potere di curare ogni ferita. Per Mae, quel luogo si chiama Alexandria Bay, la cittadina a nord di New York dove è cresciuta insieme ai nonni, che da sessant'anni mandano avanti con passione Summers' Inn, la locanda sul fiume. Lì sono di casa le sue memorie più care: il primo amore, il calore della famiglia, i pochi ricordi della mamma - con quei suoi consigli su «cosa fare quando fuori piove», quasi perle di saggezza per affrontare le piccole delusioni della vita. Ed è proprio lì, quindi, che Mae si rifugia il giorno in cui scopre che il suo futuro marito è sparito nel nulla, lasciando in bancarotta lei e tutti gli amici che avevano investito nella loro società. Ma le cose non sono più come prima. O forse è Mae a vederle sotto una luce diversa, adulta. Alla locanda, la nonna sta perdendo la lucidità di un tempo; sembra vivere in un passato di cui ricorda nitidamente ogni dettaglio e dal quale emerge all'improvviso, senza filtri, una rivelazione sconvolgente. In città, intanto, un incontro fortuito con Gabe, il suo primo grande amore, costringe Mae ad affrontare una volta per tutte la verità sulla fine della loro storia. Davanti a lei ci sono i segreti di una vita intera: un labirinto oscuro che dovrà attraversare se vorrà ritrovare la felicità per sé e la sua famiglia. Perché, se è vero che la casa è dove ti porta il cuore, a volte quel cuore ha bisogno di amore, perdono e buona volontà per rimettere insieme tutti i pezzi perduti per strada...

Mirko Zilahy
COSÌ CRUDELE È LA FINE

COSÌ CRUDELE È LA FINEIn una Roma attraversata da omicidi silenziosi ed enigmatici, che gettano una luce nera sulla città, il commissario Mancini per la prima volta dopo molto tempo accoglie la sfida con nuova determinazione. Perché ora Enrico Mancini non è più l'ombra di se stesso: supportato dalla psichiatra della polizia che l'ha in cura, e affiancato dalla fedele squadra di sempre, si lancia alla ricerca di indizi che gli permettano di elaborare il profilo del killer. Costretto a rincorrere l'assassino passo dopo passo, vittima dopo vittima, tra i vicoli e le rovine della Roma più antica e segreta, il commissario capisce ben presto che il killer è anomalo, sfuggente come un riflesso. E in un gioco di specchi tra presente e passato, tra realtà e illusione, la posta finale non è solo l'identità del serial killer, ma quella dello stesso Mancini.

Anne Ostby
FRAMMENTI DI FELICITÀ

FRAMMENTI DI FELICITÀNel bel mezzo dell'oceano Pacifico c'è una piccola isola dove la terra incontra il cielo e il mare è così cristallino da riempire gli occhi di meraviglia. È qui che Kat ha scelto di vivere trovando nelle onde calde di sole e nelle distese di sabbia bianchissima frammenti di una felicità più grande. Una felicità costruita con pazienza, pezzo dopo pezzo, e che ora è pronta a condividere con le amiche di una vita. Per questo invia a ognuna di loro una lettera: per sfidarle a rischiare, a lasciarsi alle spalle tutto quello che non ha funzionato e ricominciare insieme all'ombra delle palme fijane. Nessuno saprebbe resistere a una proposta tanto allettante. Nemmeno Sina, madre single con un figlio egoista e arrogante. O Maya, a cui la vita sta scivolando tra le dita un poco ogni giorno. O ancora Ingrid, troppo abituata alla solitudine, e Lisbeth, prigioniera delle apparenze. Armate solo di intraprendenza ed entusiasmo, le quattro amiche trovano il coraggio di trasferirsi sull'isola e, sotto la guida sapiente di Kat, danno vita a una piccola fabbrica di cioccolato. Un luogo speciale, dove imparano a racchiudere in bocconi cremosi e vellutati tutto il loro amore per la vita. Un luogo dove, istante dopo istante, avvolte dall'aroma intenso del cacao, riscoprono una nuova forma di leggerezza e arrivano a gustare il sapore dolce della libertà. Ma anche in un paradiso come questo, dove il tempo sembra essersi fermato in un eterno presente, è impossibile non fare i conti con l'ombra lunga del passato. Sina, Maya, Ingrid, Lisbeth e la stessa Kat non tarderanno a confrontarsi con i segreti che ognuna di loro si porta dentro e che rischiano di mettere a dura prova il loro legame e tutto quello che hanno costruito insieme.

Louis Oreiller, Irene Borgna
IL PASTORE DI STAMBECCHI. Storia di una vita fuori traccia

IL PASTORE DI STAMBECCHI. Storia di una vita fuori tracciaNella sua valle, sa il carattere di ogni canalone, di ogni balza di roccia. Riconosce le volpi, i camosci, le vipere, i gipeti. Può chiamare per nome ogni valanga. La montagna per Luigi Oreiller non è una sfida, né una prestazione. È la sua casa di terra e di cielo, un orizzonte a cui appartenere. Luigi nasce nella povertà e cresce con la guerra. Valdostano ma "anche" italiano, trascorre i suoi 84 anni a Rhêmes Notre Dame, venti comignoli rubati alla slavina al fondo di una valle stretta e dal fascino selvatico, su un versante Parco del Gran Paradiso sull'altro riserva di caccia. Da ragazzo, armato dalla fame, è cacciatore, contrabbandiere, manovale. Quando diventa guardiaparco e poi guardiacaccia, cambia sguardo. Dietro le lenti del cannocchiale, nelle lunghe solitarie giornate di appostamento ai bracconieri, diventa il signore delle cenge, segue il volo delle aquile e sperimenta un qualcosa di molto simile all'amore. Stagione dopo stagione, trasforma gli alberi in sculture, "scava" tassi e marmotte, parla con i cani, le mucche, le galline. A volte anche con gli uomini. Quello di Oreiller è un mondo ormai perduto, travolto da una modernità senza pazienza, da un fiume di gente che torna ma non resta. Eppure, nei suoi occhi, nelle sue mani nodose e forti, tutto ha ancora memoria e lui ha memoria di tutto. Le sue parole, consegnate a chi, come Irene Borgna, le sa ascoltare, conducono lontano, fuori traccia, tra valichi nascosti. E segnano il tempo, come gli anelli di un tronco, come i cerchi sulle corna di un vecchio stambecco.

Giuseppe Grinza
DON PRUSÔT E IL DELITTO ALLA BOCCIOFILA

DON PRUSÔT E IL DELITTO ALLA BOCCIOFILAPravorino agli albori degli anni Cinquanta è un tranquillo paese della pianura piemontese. Don Giuseppe Cordero, detto don Prusôt, è il prevosto della comunità. Amico dei facili equilibri, delle quiete digestioni e del sonno sereno dei giusti, don Prusôt detesta i cambiamenti, soprattutto quelli repentini. Un'idea del vescovo lo mette in conflitto con il presidente della locale bocciofila sita su terreno parrocchiale. La pace è finita. Cominciano le rogne. E anche ai carabinieri vengono segnalati strani avvenimenti. Nel susseguirsi di situazioni esilaranti e in parte tragicomiche, complicate dal pettegolezzo delle affiliate al Club delle Pie Pepie, riuscirà l'infallibile fiuto del maresciallo Contini a sbrogliare la matassa?

Brunonia Barry
LA NARRATRICE SCONOSCIUTA

LA NARRATRICE SCONOSCIUTACi sono ombre che si aggirano vicino a noi, che avvolgono la nostra vita e che non diventeranno luce fino a quando non lo decideremo. In "La narratrice sconosciuta" di Brunonia Barry, Callie viene perseguitata da un grido, quel grido che ha cambiato per sempre la sua esistenza di bambina e forse è destinata a cambiare anche quella di adulta. Aveva solo sette anni quando nella baia di Salem, in una notte nera e senza stelle, un suono di terrore squarciò il mare e la scogliera in cui Callie si trovava. La bambina si trovò infatti davanti tre donne morte e la sola a sopravvivere, Rose, riuscì a portare Callie in salvo. Ma cosa successe veramente? Chi le uccise? Quella bambina, ora diventata adulta, non è mai riuscita a scoprire la verità, qualcuno l’ha sempre voluta celare e ora il passato è tornato a perseguitarla dopo vent’anni. E allora per Callie è giunto il momento di riffacciarsi a Salem a finire quello che aveva iniziato: la ricerca di un perché e di una spiegazione plausibile a tutto quell’orrore. Ora la ragazza è accusata di omicidio perché un ragazzo è morto in modo sospetto e la possibile omicida è proprio lei. Ma non può essere. E cosa c’entra tutto questo con quello che accade vent’anni prima? Un grido unisce il passato e il presente in La narratrice sconosciuta di Brunonia Barry, un grido nero, di orrore, di terrore e che precede sempre la morte.

Daniel Sanchez Pardos
LA DAMA DI BARCELLONA

LA DAMA DI BARCELLONABarcellona strega e rapisce in tutti i romanzi e lo fa anche nel thriller gotico di Daniel Sanchez Pardos La dama di Barcellona. Nel 1854 la città catalana è distrutta dal colera e dalla fame, ma a queste si aggiunge anche la terribile paura di essere ammazzati. Dopo il ritrovamento del cadavere di una donna in fondo ad un pozzo putrido, tutta Barcellona è in allarme. La morte della giovane è avvenuta in modo terribile dopo tante sevizie e torture. Ma chi può aver fatto questo se non una mente segnata dalla follia? Octavio Reigosa viene chiamato a risolvere il caso e l’unica cosa che può fare è cercare di capire la scia di sangue che bagna la sua adorata città. L’ispettore del Corpo di vigilanza però non sa che pensare perché dopo il ritrovamento della ragazza morta alcuni miracoli danno luce a Barcellona. Lui è un miscredente e difficilmente si fa abbindolare dalle dicerie e dalle stranezze, ma le cose che vede sono talmente impossibili che non possono essere altro che miracoli. Proprio per questo chiama in suo aiuto Andreu Palafox, un chirurgo giovane e già affermato, che ha sperimentato le più strane tecniche di medicina e che nasconde un segreto che non vuole rivelare al mondo: riesce a vedere il passato. Grazie alle sue capacità il caso di Reigosa riuscirà a trovare una strada verso la sua risoluzione, ma lo farà in modo inaspettato, tra benedizioni, maledizioni e miracoli tra i vicoli di una Barcellona sempre affascinante e misteriosa. Daniel Sanchez Pardos ci regala così due protagonisti nuovi, due eroi del crimine e della fede nella giustizia in La dama di Barcellona.

Gail Honeyman
ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO

ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMOMi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent'anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient'altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D'improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.

Antonio Valerio Ferrero
INATTIVI DIGITALI

INATTIVI DIGITALILA QUANTITÀ DEL TEMPO CHE TRASCORRIAMO IN RETE STA CRESCENDO GIORNO DOPO GIORNO CON UNA LOGICA INVERSAMENTE PROPORZIONALE ALLA QUALITÀ. Una tempesta digitale, repentina e improvvisa ci ha colti di sorpresa, investiti, storditi; siamo in balia di tecnologie che ci stanno narcotizzando e rendendo dipendenti. La trasformazione in atto della nostra società, che doveva portare con sé il sogno di una nuova generazione di “Nativi Digitali” interconnessi, cittadini del nuovo mondo, pronti per le sfide di domani, rischia di trasformarsi in un incubo, dove proprio questo cambiamento potrebbe dare vita ad un ammasso di futuri “Inattivi Digitali”, una generazione di caproni, alienati e massificati, senza personalità, né potere di libero arbitrio. Questo libro vuole essere a tutti gli effetti una sorta di manuale di “sopravvivenza” al prossimo decennio digitale, un manifesto di autodisciplina da leggere mentre siamo tranquillamente seduti sulla spiaggia con il cellulare in mano, in attesa dello tsunami di dati che inevitabilmente si abbatterà sulle nostre vite nei prossimi anni. Partendo dalla consapevolezza che siamo alle porte di un’era fantastica, ricca di scoperte, innovazioni e nuove frontiere da esplorare, non dobbiamo perdere di vista i pericoli che tali cambiamenti potrebbero rappresentare per ognuno di noi, per tornare ad avere il controllo della nostra vita!

Michele Bracciotti
IL GRILLOTALPA

IL GRILLOTALPAForse Corso Ciuti non ha tutti i torti quando si rifiuta di fare il suo mestiere di entomologo, perché stavolta la ricerca dell'insetto che sta divorando le patate di un arcigno contadino lo coinvolgerà in una vicenda davvero pericolosa. L'incontro casuale con una misteriosa ragazza muta genera in Corso una curiosità che si trasformerà in affannosa ricerca, quando la "voce" prenderà ad urlare implacabile nella sua mente. L'amicizia di vecchia data che lo lega all'agente di polizia Giorgio Lentini sarà messa a dura prova dalla caparbietà del protagonista: il suo volersi immischiare in un'indagine che coinvolge personaggi appartenenti ad un mondo dominato dalla violenza, dove l'ombra lunga della guerra trascina con sé rancori mai sopiti, porterà la storia verso un finale inatteso e sorprendente, nel quale tutti troveranno la loro personale redenzione.

Un'estate da... sogno per i più piccini

Katherine Applegate
L'ALBERO DEI DESIDERI

L'ALBERO DEI DESIDERIAvvicinati a un albero e mettiti in ascolto. Forse ciò che sentirai non sarà solo il mormorio delle foglie. Se sei fortunato, potresti incontrare un albero come Rubra, pronto a raccontarti una storia. Rubra è la grande quercia rossa che cresce nel mezzo di un prato, fra due case. Tra i suoi rami e nelle sue cavità vivono gli animali del quartiere. Tutti la chiamano "l'albero dei desideri" e ogni anno, a maggio, affidano ai suoi rami biglietti carichi di sogni e speranze. Nella sua lunga vita Rubra ha osservato ciò che si svolgeva attorno a lei silenziosamente, senza mai interferire. Ma l'arrivo di Samar, la giovane ospite della casa azzurra, costretta alla solitudine dai pregiudizi della gente, e un terribile episodio che minaccia la sua stessa vita, la convincono a rompere il silenzio. Il tempo a disposizione poco, ma forse basterà per compiere un'ultima significativa azione: esaudire il desiderio d'amore di una bambina.
Età di lettura: da 9 anni.

Micheal Morpurgo
LO SBARCO DI TIPS

LO SBARCO DI TIPSLily Tregenza è una ragazzina di quasi dodici anni la cui principale occupazione è recuperare quella vagabonda della sua gatta, Tips. Finché la sua fattoria, come quella di molti altri abitanti delle coste del Devon, viene requisita per consentire le prove generali dello sbarco in Normandia. Da quel giorno, Lily annota nel suo diario tutto quello che vede: gli sfollati da Londra, gli orfani, i profughi, i soldati alleati e la simulazione della più celebrata operazione militare della storia contemporanea: il D-Day.
Età di lettura: da 8 anni.

Lane Smith
LA VERA STORIA DI AUGIE HOBBLE

LA VERA STORIA DI AUGIE HOBBLELa vita di Augie Hobble, undici anni, è tutta una favola. Ma solo perché abita in un parco divertimenti a tema fiabesco: in realtà la sua vita di fantastico ha ormai ben poco. Rimandato in Attività creative, per evitare di ripetere l'anno dovrà passare le vacanze lavorando a un nuovo progetto: la ragazza che gli piace non lo degna di uno sguardo, e invece i peggiori bulli della scuola si interessano fin troppo a lui; infine, il suo miglioro amico Britt se ne va in vacanza con la famiglia lasciandolo da solo per troppo, troppo tempo. Ma come recita il detto, al peggio non c'è mai fine: e infatti presto sul suo quaderno di Attività creative iniziano a comparire pagine che Augie non ricorda di aver mai scritto, in una calligrafia incerta e sgrammaticata, come se a stringere la penna non fosse neppure una mano umana...
Età di lettura: da 10 anni.

Mehrnousch Zaeri-Esfahani
LA BAMBINA DELLA LUNA

LA BAMBINA DELLA LUNANasce con i capelli neri come la pece e la pelle bianchissima, la piccola Mahtab, per questo la mamma decide di darle quel nome, che significa "la bambina della luna". Mahtab trascorre giorni felici nel giardino di casa, tra le splendide rose curate dalla mamma e gli amati gatti. Quando la Sanguinea prende il potere e instaura un regime di terrore, la famiglia di Mahtab è costretta a lasciare il Paese e intraprende un viaggio lungo e pericoloso. Ma nel momento in cui il buio e la paura sembrano sul punto di inghiottire tutto, Mahtab inizia un viaggio magico tutto suo nella misteriosa terra di Athabasca. È lì che troverà la speranza e una forza sorprendente, per sé e per i suoi familiari. Le parole di Mehrnousch Zaeri-Esfahani e le tavole in bianco e nero del fratello Mehrdad Zaeri raccontano una storia vera, quella della loro famiglia, fuggita negli anni Ottanta dall'Iran di Khomeini; e quella, tragicamente contemporanea, di tutte le famiglie che, oppresse da tirannie, guerre e povertà, non hanno alternativa alla fuga per inseguire un'esistenza possibile.
Età di lettura: da 10 anni.

Mats Strandberg, Sara B. Elfgren
IL CERCHIO

IL CERCHIOEngelsfors. Una piccola città industriale in miseria, circondata da boschi impenetrabili dove le persone si perdono e scompaiono. Sei ragazze hanno appena iniziato il triennio superiore. Non hanno nulla in comune. È da poco cominciato l'autunno quando uno studente viene trovato morto in uno dei bagni della scuola. Tutti sospettano il suicidio. Tutti tranne loro. Una notte, mentre una strana luna rossa illumina il cielo, le ragazze si incontrano nel parco, attratte da una forza misteriosa. Non sanno come o perché, ma hanno bisogno l'una dell'altra per sopravvivere. Il tempo sta scadendo. Qualcosa sta dando loro la caccia, e andare a scuola è diventata una questione di vita o di morte...
Età di lettura: da 14 anni.

Giuditta Campello
È ESTATE. Una storia al giorno

È ESTATE. Una storia al giornoUna storia al giorno, per tutti i giorni dell'estate, da leggere sotto l'ombrellone o all'ombra di un albero, perché ogni giorno c'è bisogno di una storia da ascoltare. Una storia al giorno, perché è bello trovare ogni giorno il tempo per leggere una storia. Storie di animali, fate, pirati, dinosauri, streghe, mostri, principesse, re e tutti i personaggi che vivono ogni giorno nei giochi dei bambini.
Età di lettura: da 6 anni.

Sara Pennypacker
PAX

PAXDa quando Peter, dodici anni, ha trovato il volpacchiotto Pax, i due sono sempre stati inseparabili. Un giorno accade l'impensabile: il padre di Peter si arruola per andare in guerra e costringe suo figlio a lasciare la volpe sul ciglio di una strada. Il ragazzo obbedisce, ma non appena arriva a casa del nonno dove è destinato a vivere, capisce di aver fatto l'errore della sua vita. Così parte per ritrovare il suo migliore amico. Un percorso di cinquecento chilometri che gli porterà avventure, guai e amicizie: un viaggio che lo farà crescere. Pax lo aspetta, e nel frattempo scopre luci e ombre della libertà. Tutti e due non vedono l'ora di ritrovarsi, però quel momento non sarà affatto come avevano immaginato.
Età di lettura: da 9 anni.

Carlo A. Martigli
L'APPRENDISTA DI MICHELANGELO

L'APPRENDISTA DI MICHELANGELOÈ una notte del 1534 quando Jacopo, che da grande vuole diventare un pittore, fugge da Pistoia e dal padre, che non condivide il suo sogno e lo vorrebbe costringere a lavorare in bottega. Dopo un lungo e pericoloso viaggio, il ragazzo arriva a Roma, dove la fortuna sembra volgere a suo favore. Riesce infatti a diventare l'apprendista di Michelangelo Buonarroti, il grande artista che sta dipingendo il Giudizio Universale. Ben presto Jacopo diventa il suo allievo prediletto e il maestro gli affida anche un altro compito: deve recapitare misteriose lettere ai membri di una setta segreta di cui anche Michelangelo fa parte. Quando Papa Clemente VII muore avvelenato e il malefico abate Biagio da Cesena dà la caccia proprio a Michelangelo, accusandolo dell'omicidio, Jacopo deve scegliere da che parte stare. Ma in un mondo pieno di intrighi e ambiguità, è difficile distinguere il Bene dal Male... All'interno un inserto a colori con le immagini dell'opera di Michelangelo che hanno ispirato il romanzo.
Età di lettura: da 10 anni.

Fiore Manni
JACK BENNET E LA CHIAVE DI TUTTE LE COSE

JACK BENNET E LA CHIAVE DI TUTTE LE COSEDopo il successo di 4 O’Clock torna Fiore Manni con le sue atmosfere da Inghilterra vittoriana. Jack Bennett e la chiave di tutte le cose è un romanzo per giovani appassionati di storie gotiche, dallo stampo noir. Nei palazzi nobiliari si nascondono oscuri segreti e proprio chi dovrebbe difendere i più giovani dai pericoli si sente intrappolato in una morsa di bugie e di cose non dette. Jack e sua sorella sono pronti a sfidare l’ignoto, a combattere contro un mondo adulto che è incapace di guardare al di là del proprio naso. Per farlo devono prima di tutto capire di chi possono fidarsi. Il padre è dalla loro parte? Nei salotti londinesi, tra tazze di the e discorsi compiti, appare la magia, la forza dell’immaginazione e qualcosa di più forte di ogni pensiero umano. La sola cosa da fare è trovare la chiave per accedere a quello straordinario universo parallelo che scorre al nostro fianco e che condurrà Jack Bennett ad affrontare sfide apparentemente impossibili. La forza del ragazzo e di chi lo accompagnerà in questo viaggio è però più forte di ogni cosa, più forte di ogni mostro che intralcerà il suo cammino. Con il coraggio e con l’amore in Jack Bennett e la chiave di tutte le cose di Fiore Manni tutto viene spazzato via, persino la paura.
Età di lettura: da 12 anni.

Sedia Ekaterina
L'ALCHIMISTA. Il destino dei Gargoyle

L'ALCHIMISTA. Il destino dei GargoyleMattie, automa dotata di intelligenza, emancipata e abile alchimista, si trova nel mezzo di un conflitto fra Ingegneri e Alchimisti per il governo della città di Ayona, conosciuta come la Città dei Gargoyle per le statue che campeggiano sugli edifici e perché proprio da essi ha preso vita, quando ancora avevano il potere di plasmare la pietra. Mentre il vecchio ordine sociale e politico sta velocemente lasciando il posto al nuovo, Mattie viene a conoscenza di pericolosi segreti, segreti che possono mutare completamente gli equilibri del potere della città. Ma una tale situazione è inaccettabile per Loharri, il Tecnico che ha creato Mattie e che possiede - letteralmente - la chiave del suo cuore.
Età di lettura: da 14 anni.

Libri primavera per i più piccini

Anita Bijsterbosch
SAMI IN PRIMAVERA

Sami in primaveraÈ arrivata la primavera. Il sole splende e gli uccellini cinguettano. Sami e il suo cavallino Cesare corrono a giocare all'aperto. Un simpatico libro con pagine a metà per scoprire la primavera.
Età di lettura: da 30 mesi.

Lizelot Versteeg
PRIMAVERA DA SCOPRIRE

Primavera da scoprireÈ arrivata La primavera! Il sole splende e l'aria è mite. Il bosco riprende a vivere. Nuove foglioline crescono sugli alberi e i fiori sbocciano nei prati. Scoiattolo è felice e va alla ricerca di un compagno di giochi. Lungo il cammino incontra tanti animali. Alcuni sono piccoli, altri grandi; alcuni sono veloci, altri lenti. Chi giocherà con Scoiattolo? Un divertente libro cerca-e-trova educativo per conoscere la primavera e per imparare gli opposti.
Età di lettura: da 2 anni.

Anselmo Motetta, ill. Clara Gargano
FIABE D'API. La luna di miele

Fiabe d'api. La luna di mieleNon solo per i più piccini, il libro è adatto a essere letto da un adulto e sfogliato da chi ancora non sa leggere. Contiene due fiabe che hanno per protagonisti una bambina e un bambino, ma soprattutto le api, da sempre simbolo per l'uomo di libertà, operosità e gioia di vivere. La loro colorata e magnifica società, innamorata dei fiori e del volo, dialoga con i bimbi e li coinvolge in un volo emozionante e colorato.
Età di lettura: da 4 anni.

Katie Daynes, Christine Pym
PERCHÉ SONO UTILI LE API?

Perché sono utili le api?Perché le api vanno di fiore in fiore? E come fanno a trasportarne il nettare? I più piccoli potranno trovare le risposte a queste e tante altre domande sollevando le alette di questo libro dedicato al mondo delle api.
Età di lettura: da 4 anni.


Marie-Aude Murail
MISS CHARITY

Miss CharityCharity è una bambina. È come tutti i bambini, piena di curiosità, assetata di contatti umani, di parole e di scambi. Vuole creare e partecipare alla vita del mondo. Purtroppo, però, una ragazzina della buona società inglese dell'800 deve tacere, non mostrarsi troppo, salvo che in chiesa. Gli adulti che la circondano non fanno attenzione a lei, le sue sorelline sono morte. Allora Charity si rifugia al terzo piano del suo palazzo borghese in compagnia della servitù. Per non morire di noia, alleva dei topini nella nursery, veste un coniglietto, studia dei funghi al microscopio, impara Shakespeare e disegna incessantemente dei corvi, con la speranza che un giorno succeda qualcosa. Così comincia la vita di Charity Tiddler, ragazzina prima e donna poi che fa della libertà un principio di vita e in nome di questa sovverte tutte le regole borghesi della vita vittoriana.

Anne Passchier
TUFFO DI PRIMAVERA!
Chi si nasconde nello stagno?

Tuffo di primavera!Sbircia chi si nasconde nello stagno in primavera grazie a questo meraviglioso libro fustellato. Sfoglia le pagine, incontra tutti i piccoli protagonisti della storia e scopri insieme a loro perché la primavera è così bella!
Età di lettura: da 3 anni.

Giuditta Campello
È PRIMAVERA!
Una storia al giorno

È primavera!Una storia al giorno, per tutti i giorni della primavera, perché ogni giorno c'è bisogno di una storia da ascoltare. Una storia al giorno, perché ogni giorno c'è abbastanza tempo per leggere una storia. Storie di animali, fate, dinosauri, streghe, mostri, principesse, re e tutti i personaggi che vivono ogni giorno nei giochi dei bambini. Storie da leggere in primavera, seduti sull'erba, sotto il ciliegio.
Età di lettura: da 6 anni.

Andrea Quigley
IL MIO PIANETA. API

Il mio pianeta. ApiUn libro con tante attività e semplici esperimenti per conoscere le api e osservarle da vicino: prova a comunicare danzando come loro, apri un bar del nettare, fatti servire e riverire come se fossi un'ape regina. Scopri come si costruisce un alveare, che cosa fa un apicoltore, che cos'è l'impollinazione e tanto altro ancora.

Frances Burned Hogdson
IL GIARDINO SEGRETO

Il giardino segretoMary Lennox, scontrosa e solitaria, deve lasciare l’India per la brughiera inglese. Dickon, un ragazzo di campagna dall’animo gentile, sa incantare gli animali. Colin, malaticcio e viziato, vive chiuso nella sua stanza. Nella tetra Misselthwaite Manor immersa nel verde, i tre ragazzi sveleranno il mistero di un incantevole giardino segreto e scopriranno la forza dell’amicizia. La vita con le sue sorprese e la magia della natura sono racchiuse in queste pagine indimenticabili, condite da un pizzico di ironia. «Perché essere vivi è magia...»

David Walliams
GIÒ IL MILIARDIARIO

Giò il miliardiarioGiò Patata ha un sacco di ragioni per essere felice. Più o meno un miliardo di ragioni, a dire la verità. Giò è ricco. Molto, molto ricco. Ha la sua pista da formula 1 personale, il suo cinema personale, e perfino il suo maggiordomo personale, che è anche un orango. Giò è il dodicenne più danaroso della Terra. Ma Giò non è felice. Come mai? Perché ha un miliardo di euro... e neanche un amico. Ma poi ecco che arriva qualcuno, qualcuno a cui Giò piace per quello che è, non per i suoi soldi. Il problema è che Giò sta per imparare che quando ci sono di mezzo i soldi, niente è mai quello che sembra. Le migliori cose della vita sono gratis, dicono - e se Giò non sta attento, le perderà tutte...
Età di lettura: da 9 anni.

Libri primavera per i più grandi

Mara Piacenza
BRILLO DEL SOL

Brillo del Sol"Brillo del Sol" è un progetto composto da un libro e da un documentario parallelo, nato dall'incontro tra il pensiero indigeno ancestrale e l'ispirazione di aiutare ogni uomo a risvegliare "lo splendore del sole nel proprio cuore". Durante l'incontro, verrà proiettato il documentario correlato girato in Amazzonia. Esistono dei luoghi sul pianeta in cui si avverte una connessione sacra e potente con la Madre Terra, luoghi in cui è possibile contattare la purezza della saggezza nativa ancestrale. Un viaggio di oltre 4000 chilometri attraverso l'Amazzonia e la Sierra Nevada colombiana, incontrando rappresentanti di diverse culture indigene e ponendo i seguenti interrogativi: Che senso hanno la vita e la morte? Che compito ha l'essere umano nei confronti del pianeta che lo ospita? Come ritornare alla fonte della felicità interiore? Quale messaggio universale è possibile raccogliere per l'Occidente da culture tanto lontane, quanto affascinanti e piene di saggezza?

Natsume Soseki
PICCOLI RACCONTI DI UN'INFINITA GIORNATA DI PRIMAVERA

Piccoli racconti di un'infinita giornata di primaveraI 25 "Piccoli racconti di un'infinita giornata di primavera" apparvero sull'"Osaka Asahi Shimbun" a partire dal 1909, e vennero riuniti da Soseki in questa raccolta nel 1910. A prima vista, non sembra esistere un filo conduttore che li leghi, tanto sono diversi sia nel contenuto sia nello stile - soprattutto nelle pagine in cui vengono utilizzate tecniche sperimentali di scrittura. Ma è proprio il titolo così fortemente evocativo, Eijitsu Shohin, a contenere l'elemento unificante. "Eijitsu", la "giornata lunga", non indica soltanto un giorno in cui il tempo sembra dilatarsi all'infinito, ma evoca anche ciò che accomuna i protagonisti dei diversi racconti: il desiderio di conservare quella sensazione di intensa felicità legata a un momento, a un'occasione, a una stagione, nella speranza che possa non finire mai.

Amanda Hampson
IL PROFUMO SEGRETO DEI FIORI

Il profumo segreto dei fioriÈ l'aprile del 1956 quando Iris Turner, una giovane donna inglese, arriva nel sud della Francia per lavorare come segretaria al servizio di Hammond Brooke. Hammond è un uomo ombroso che sta lentamente perdendo la vista e ha bisogno di qualcuno che ordini e cataloghi i suoi documenti. Accolta con distacco dagli altri aristocratici che vivono nella stessa villa sulla Costa Azzurra di Hammond, Iris cerca in tutti i modi di guadagnare la fiducia del suo datore di lavoro. Soprattutto quando, alle prese con quelle vecchie carte, Iris scopre che il misterioso signor Brooke è stato un tempo un famoso profumiere e che, tra i documenti di cui la ragazza deve occuparsi, ci sono anche le sue preziose ricette, di cui è gelosissimo. Una volta iniziata all'affascinante mondo delle essenze, Iris si trova però invischiata in una fitta rete di intrighi. Non passa molto tempo, infatti, prima che capisca che qualcuno, molto vicino a Hammond, vorrebbe mettere le mani proprio sui suoi segreti...

Elizabeth Arnim
LA FATTORIA DEI GELSOMINI

La fattoria dei gelsominiLady Daisy e sua figlia Terry hanno invitato alcuni ospiti a trascorrere il fine settimana nella loro dimora di campagna. Ma la padrona di casa, di solito ineccepibile, non si rivela all'altezza. Più passa il tempo, più il soggiorno, che culmina in un interminabile pranzo, diventa un supplizio per tutti: il caldo è insopportabile, le interazioni obbligate alla lunga sfiancano, e il dolce all'uva spina, causa di imbarazzanti malesseri, è il colpo di grazia. Sempre più in- sofferenti, Mr Topham e il misterioso Andrew trovano rifugio in una lunga partita a scacchi, che si protrae fino a notte inoltrata, quando tutti gli altri sono già a letto. Peccato solo che la candida Terry, il mattino dopo, sappia chi ha vinto. A questo punto i sospetti di adulterio della moglie di Andrew diventano certezza: alla giovane Rosie non resta che mettere a punto la vendetta. E quale miglior alleata, se non la madre, l'esuberante Mrs de Lacy, scaltra come poche, che non vede l'ora di irrompere sulla scena, avendo già fiutato l'occasione per guadagnarci qualcosa?
Lady Daisy e sua figlia Terry hanno invitato alcuni ospiti a trascorrere il fine settimana nella loro dimora di campagna. Ma la padrona di casa, di solito ineccepibile, non si rivela all’altezza. Più passa il tempo, più il soggiorno, che culmina in un interminabile pranzo, diventa un supplizio per tutti: il caldo è insopportabile, le interazioni obbligate alla lunga sfiancano, e il dolce all’uva spina, causa di imbarazzanti malesseri, è il colpo di grazia. Sempre più insofferenti, Mr Topham e il misterioso Andrew trovano rifugio in una lunga partita a scacchi, che si protrae fino a notte inoltrata, quando tutti gli altri sono già a letto. Peccato solo che la candida Terry, il mattino dopo, sappia chi ha vinto. A questo punto i sospetti di adulterio della moglie di Andrew diventano certezza: alla giovane Rosie non resta che mettere a punto la vendetta. E quale miglior alleata, se non la madre, l’esuberante Mrs de Lacy, scaltra come poche, che non vede l’ora di irrompere sulla scena, avendo già fiutato l’occasione per guadagnarci qualcosa? Con la sua eleganza e la sua ironia tagliente, Elizabeth von Arnim ci racconta tutto quello che si nasconde dietro l’ipocrisia dei salotti dell’aristocrazia inglese in un romanzo che fa ridere e sorridere spesso, pervaso di un allegro cinismo e di un’irriverente satira sociale.

Vladan Desnica
LE PRIMAVERE DI IVAN GALEB

Le primavere di Ivan GalebUn virtuoso del violino è costretto a interrompere la sua carriera internazionale a causa di un infortunio alla mano. Sottoposto a un intervento chirurgico, durante il periodo del ricovero Ivan Galeb inizia a ripercorrere la propria vita. Alla scrittura affida non solo la registrazione dei ricordi, ma anche la riflessione sul passato e sul presente, su se stesso e sul mondo. Il resoconto di una vita si intreccia agli impulsi immaginativi dello stesso, andando a costruire nuclei narrativi dotati di una loro autonomia, e la riflessione sull'Io diviene anche riflessione sull'arte della scrittura e sulla forma del romanzo, non senza una certa dose di (auto)ironia e una critica implicita del provincialismo e della mentalità piccolo-borghese.


Bianca Rita Cataldi
I FIORI NON HANNO PAURA DEL TEMPORALE

I fiori non hanno paura del temporaleBologna 1997. La stanza è in penombra e i libri e le musicassette sono sparsi dappertutto. Distesa sul letto, la camicia a quadri e i Nirvana sparati nelle orecchie dal walkman, Corinna muove i piedi a tempo e non stacca il naso dalla pagina. Ha sedici anni, i capelli rossi come fili di rame e un viso ricoperto di lentiggini su cui spiccano due occhi d’acciaio. È la figlia del primo grande amore di sua madre che se ne è andato poco prima del parto. Serena, detta Poochie, ha sette anni, i capelli scuri stretti in due codini fermati da elastici a forma di arcobaleno ed è la sua sorellastra. Il suo desiderio più grande è farsi considerare da quella sorella maggiore così misteriosa, sempre rintanata dietro le pagine di un libro e con le cuffie calcate sulla testa. Vivono in una grande e caotica tribù allargata in cui vige il matriarcato e dove per ogni decisione ci si rivolge al consesso delle antenate riunite nella cappella di famiglia al cimitero. Una famiglia fatta di donne dal sangue cocciuto e in cui nessuna tristezza può resistere di fronte al sapore magico di un tiramisù al pistacchio. Eppure l’equilibrio familiare comincia a vacillare quando Corinna riceve una strana scatola da scarpe chiusa malamente con del nastro adesivo. Dentro ci sono degli oggetti apparentemente scollegati tra loro, ma che sono l’ultimo regalo del suo vero padre, scomparso improvvisamente in un incidente. Corinna non ha dubbi: quegli oggetti hanno un significato e lei deve scoprirlo. Decide così di partire, insieme a Serena, per una caccia al tesoro per le vie di Bologna. La scatola in borsa e un sogno tra i capelli ribelli: trovare il segreto delle sue radici e, inevitabilmente, la propria strada nel mondo. Bianca Rita Cataldi è una narratrice sorprendente e ci regala un meraviglioso romanzo sul potere delle parole. Il legame di due sorelle che si prendono per mano e vanno alla scoperta della vita, una storia di madri e di figlie e di come perdersi a volte può farci rinascere più forti. Come un fiore che sembra appassire sotto un temporale ma che al primo raggio di sole rinasce più colorato e luminoso di prima.

Adriana Asti
UN FUTURO INFINITO

Un futuro infinitoBambina ipersensibile e schiva, nata in una famiglia borghese poco incline alle dimostrazioni d'affetto, ma anche adolescente ribelle al punto da andarsene di casa a diciassette anni. «Pessima attrice» in una compagnia teatrale itinerante (il Carrozzone), cui si unisce per caso e non per passione, ma capace di farsi presto notare da Giorgio Strehler, che la scritturò per il Piccolo Teatro. Vittima di un misterioso malessere che la costringerà in analisi per oltre trent'anni (e da cui guarirà grazie a Cesare Musatti), eppure protagonista acclamata della scena teatrale italiana e internazionale, contesa dai più famosi registi del Novecento, da Harold Pinter a Bob Wilson. Attrice cinematografica amata da registi colti e raffinati come Luchino Visconti, Vittorio De Sica, Giuseppe Patroni Griffi, Susan Sontag, Bernardo Bertolucci, Abel Ferrara, Marco Tullio Giordana, ma anche interprete di alcuni tra i film più osé e delle pièce più scandalose degli anni Settanta. La vita di Adriana Asti è un susseguirsi di scelte anticonvenzionali, incontri spiazzanti e contraddizioni apparentemente inconciliabili. Che il suo sguardo divertito rispecchia fedelmente. È con irresistibile garbo e autoironia che in Un futuro infinito racconta sé stessa e il suo mondo, popolato da scrittori, poeti, maghi, intellettuali, registi, attori, primedonne, personaggi eccentrici e bizzarri. Le cene con Alberto Moravia, Carlo Emilio Gadda, Goffredo Parise, Elsa Morante e Natalia Ginzburg (che scrisse per lei Ti ho sposato per allegria). Le estati a Ischia con Luchino Visconti, che organizzava scherzi feroci. E poi, il legame struggente con Pier Paolo Pasolini, «un diamante che non si scalfisce». Il burrascoso rapporto con Susan Sontag. Il sodalizio umano e artistico con Franca Valeri. Il successo in Francia, che le ha aperto una carriera Oltralpe e un'«altra» vita. La malattia, che la spaventava al punto da non nominarla, ma che non riuscì a tenerla lontana dal palcoscenico. E ancora, le prime nozze con Fabio Mauri, presto naufragate. L'incontro e il matrimonio con Giorgio Ferrara, regista, attore e direttore del festival di Spoleto. Lei allora quarantenne, lui poco più che ventenne, uno scandalo per l'epoca. La storia di una straordinaria attrice, riservata eppure spregiudicata. Di una donna profondamente libera e anticonvenzionale, con il talento di sapersi lasciare ogni cosa alle spalle. Perché il passato non esiste: è solo qualcosa che la spinge in avanti, verso ciò che deve ancora accadere.

Antonella Lumini, Paolo Rodari
LA CUSTODE DEL SILENZIO
"Io, Antonella, eremita di città"

La custode del silenzioMolti anni fa Antonella Lumini ha sentito un richiamo che l'ha spinta su una via già percorsa da tanti eremiti prima di lei. Vive a Firenze, dove lavora part time presso la Biblioteca Nazionale Centrale, ma appena rientra nel suo appartamento, chiude la porta e si apre al silenzio. Lontana dall'idea di rifiutare il mondo, questa donna dall'aspetto fragile, tanto riservata, quanto disponibile all'ascolto e all'accoglienza, dosa con disciplina la connessione a internet e l'uso del telefono. Le parole che pronuncia sono un balsamo per l'anima di chi va a trovarla, uomini e donne che cercano di dare un senso alla propria esistenza. Paolo Rodari l'ha incontrata e ha frequentato la sua pustinia, il suo deserto privato. Colpito dalla dimensione mistica di Antonella, ha deciso di narrarci la sua storia.

Igor Sibaldi
IL CORAGGIO DI ESSERE IDIOTA.
La felicità secondo Dostoevskij

Il coraggio di essere idiotaI grandi autori sono, da sempre, esperti della felicità: ogni romanzo memorabile racconta di qualcuno che prova a essere felice e che perciò comincia a vivere una storia straordinaria. Per i cercatori di felicità le convenzioni sociali, i doveri morali, le ambizioni di cui tanti si accontentano diventano limiti da superare: il mondo intero diventa troppo stretto. Così è per il protagonista de "L'idiota" di Dostoevskij: un giovane principe che a tutti appare ingenuo, ma che in realtà vuole soltanto insegnare a non opporsi ai propri desideri più luminosi. Nulla è più rivoluzionario della felicità, secondo Dostoevskij. E nulla è più tenace della paura di conquistarla. Di questa paura, Dostoevskij indaga le cause più profonde e mostra come vincerla, scoprendo un nuovo modo di intendere l'evoluzione dell'umanità. Igor Sibaldi, ne "Il coraggio di essere idiota", narra come avvenne questa scoperta, fin dove giunse e cosa occorre per proseguirla oggi.

Libri sotto l'albero per i più piccini

Rachel Wells
ALLEGRA, IL PRANZO E IL COCCODRILLO

Allegra, il pranzo e il coccodrilloMa che noia per una principessa vivace e spensierata come Allegra, i pranzi ufficiali, quando i genitori, eh si, il re a la regina, invitano i loro amici e parlano, parlano, parlano. Non resta che rifugiarsi il prima possibile nel mondo della fantasia, dove un cappello diventa subito uno stagno e dove magari è possibile incontrare un coccodrillo affamato alla caccia di un ranocchio spaventato...
Età di lettura: da 3 anni.

Philip Pullman
IL LIBRO DELLA POLVERE

Il libro della polvereDopo il successo di Queste oscure materie, Philip Pullman regala al suo pubblico di fan fantasy Il libro della polvere, primo romanzo di tre che usciranno successivamente. Lyra Belacqua, protagonista di Queste Oscure Materie, sarà ancora al centro della storia: nel primo libro, ambientato dieci anni prima di La Bussola d’Oro, sarà solo una bambina di sei mesi mentre negli altri due, ambientati dieci anni dopo Il Cannocchiale d’Ambra, sarà una giovane donna. La vera protagonista dei nuovi romanzi, come si può intuire dal titolo dell’opera, sarà però la Polvere, una sostanza invisibile sulla quale era impostata già la trilogia originale. Philip Pullman cerca di esplorare la polvere, nella sua natura più intima, che va oltre la coscienza, e indaga su cosa significhi essere un umano. Lo scrittore racconta così una storia del tutto originale, che non era mai stata raccontata prima. In un mondo che va oltre i confini della realtà ritroviamo le grandi tematiche di Queste Oscure Materie dove filosofia, religione e mondi altri si incontrano per trovare una fusione e per indagare nei segreti della mente e dell’universo. Il libro della polvere di Philip Pullman è un romanzo senza precedenti, che sfida il genere stesso del fantasy.

Alex Alice
IL CASTELLO DELLE STELLE. 1869, LA CONQUISTA DELLO SPAZIO

Il castello delle stelle. 1869, la conquista dello spazioE se la conquista dello spazio fosse avvenuta un secolo prima? XIX secolo, l'età del progresso. Dall'Antartide al cuore di tenebra dell'Africa, per terra e per mare gli esploratori espandono senza sosta i confini del mondo conosciuto. Avidi di nuove scoperte, volgono lo sguardo verso l'alto, verso le stelle, verso mondi ignoti e cieli pieni di meravigliose promesse. È il 1868, l'esploratrice Claire Dulac è dispersa, sparita nel corso di un viaggio in mongolfiera. Così il figlio, il giovane Séraphin, parte alla sua ricerca oltre il blu del cielo, dove l'aria si fa sottile...

Silvia Borando
GUARDA FUORI

Guarda fuoriSilvia Borando è una conferma. Sapevamo di certo che ci avrebbe stupito anche con quest’albo. Un silent book pieno di esclamazioni, versi di animali, colpi di scena tutti da gustare sfogliando. La curiosità di quattro occhietti che scrutano il paesaggio notturno colmo di neve, e poi i primi avvistamenti. La scenografia si anima, i colpi di scena stanno per iniziare. Due inquadrature fisse, l’autrice si veste da regista, una camera su una finestra con due bimbi attenti, l’altra sul palcoscenico, dove imperversano gli animali. In maniera alternata si cambia visione. E’ divertente per i piccoli lettori, osservare sia il cambio di espressione delle facce dei bimbi e poi scoprirne il motivo. Un pettirosso, tre coniglietti, un gatto, un orso sono gli attori di questo silent book. Il finale è splendido, le camere fisse non variano, quello che cambia è la posizione dei protagonisti. Suspense, sorprese, risate, e finale riconciliante formano un mix bello e fresco. Il comparire dei protagonisti a poco a poco, anima lo sfondo desolante e lo rende teatro di una piacevole visione, dall’agguato sventato dall’orso che poi non resiste al suo desiderio di cibo all’intervento dei piccoli osservatori che si gustano la piacevole sorpresa finale.
Età di lettura: da 3 anni.

Aleksandr Puskin, Aleksandr N. Afanasjev
MASHA E ORSO E ALTRE FIABE RUSSE

Masha e Orso e altre fiabe russePrincipi e regine, serpenti e draghi, spiriti magici e diavoli, personaggi indimenticabili come la strega Baba Jaga, la bella Vassilissa, Finist falco lucente o la piccola Masha e l'orso, protagonisti di un antico racconto recentemente riscoperto da un'amatissima serie televisiva. L'universo delle fiabe russe, disseminato di cupole d'oro e capanne sperdute nel folto di boschi secolari, costituisce da sempre un'inesauribile fonte di fascino e stupore per grandi e bambini. In questo volume, che affianca le più belle storie tratte dalla celebre raccolta di Aleksandr Afanasev a quelle rese immortali dal genio di Aleksandr Puskin, il mondo fantastico delle fiabe prende forma nelle incantevoli tavole di Ivan Bilibin. tra i più grandi artisti russi di inizio Novecento: contraddistinte da una perfetta osmosi fra tradizione e stile moderno, le sue illustrazioni ritraggono zar inflessibili e streghe spaventose, animali magici e giovani coraggiosi, immergendoli in paesaggi fantastici e in interni riccamente decorati.
Età di lettura: da 6 anni.

Paige Danielle
LA LADRA DI NEVE

La ladra di neveSnow vive nell'istituto psichiatrico di massima sicurezza di Whittaker da quando è solo una bambina. Ora ha sedici anni e un'unica certezza: lei non è pazza. È prigioniera. Lo sente nel suo cuore, nei suoi sogni, e ne è più che sicura quando guarda negli occhi Bale, il miglior compagno di sventure che le potesse capitare. Nel momento in cui Snow lo bacia, però, accade qualcosa di terribile: Bale cade in stato catatonico e scompare all'interno di uno specchio stregato. Senza di lui Snow non ha più certezze, né motivi per restare. Aiutata da un'amica, fugge dalla sua prigione. Più veloce che può, più lontano che può, oltre i cancelli dell'ospedale. Qui incontra Jagger, un ragazzo misterioso che promette di aiutarla a salvare Bale. Snow accetta di seguirlo e in quell'istante il mondo attorno a lei cambia. Sotto i suoi piedi il terreno si trasforma in ghiaccio, e tutto diventa neve e magia. Jagger l'ha portata ad Algid, un regno incantato sul cui trono siede un tiranno sanguinario. Così, in un mondo condannato a un eterno inverno, Snow si troverà a combattere per l'amore e la giustizia. Diventerà ladra, strega e spia, disposta a tutto pur di trovare una risposta alla domanda che più la spaventa: chi è lei davvero?

Guido Sgardoli
THE STONE. LA SETTIMA PIETRA

The stone. La settima pietraA Levermoir, una piccola isola al largo della costa irlandese, tutti si conoscono e la vita sembra scorrere uguale a se stessa da sempre. Liam abita con un padre assente, ha perso da poco la madre e sta cercando di rimettere insieme i pezzi della propria vita. Ma il misterioso suicidio del vecchio farista dà l'avvio a una serie di macabri episodi che trasformeranno profondamente l'isola. Sotto il faro a cui si è impiccato il signor Corry, Liam trova una pietra con delle strane incisioni, simile a quella che la madre aveva nascosto nella serra. Quando scopre che le due pietre, se accostate, diventano una cosa sola, condivide lo stupore con i suoi amici di sempre, Midrius e Dotty. Nel frattempo fatti tragici si susseguono senza tregua: morti sospette, incendi, sparizioni, incidenti stradali, e in ogni occasione fa la sua comparsa un frammento di quella pietra che sembra esercitare un oscuro potere sulla mente delle persone. E Liam si chiede quale sia il suo ruolo in questo disegno del destino.
Età di lettura: da 12 anni.

Andrea J. Buchanan, Miriam Peskowitz
L'AVVENTUROSO LIBRO PER RAGAZZE CORAGGIOSE

L'avventuroso libro per ragazze coraggioseNon c'è niente che una ragazza coraggiosa non possa fare e niente che non possa apprendere! Le principali mosse di karate, come costruire un monopattino, le storie delle regine guerriere, come cambiare una gomma, i racconti più spaventosi per i pigiama party, come si prepara un falò e molto altro ancora...
Età di lettura: da 10 anni.

Paolo Barbieri
DRAGHI E ALTRI ANIMALI

Draghi e altri animaliCi sono mondi fantastici popolati da draghi. Ci sono altri mondi fantastici popolati da rondini, tigri, tartarughe e balene. Il libro che avete tra le mani unisce questi mondi.
Età di lettura: da 5 anni.


AA.VV.
PRINCIPESSA NEVE E L'UNICORNO

Principessa neve e l'unicornoParti con la principessa Neve per un'incantevole avventura e scopri con lei la magia della sfera di neve che la regina del ghiaccio le ha regalato! Incontrerai pupazzi di neve danzanti e un unicorno molto speciale...
Età di lettura: da 3 anni.

Severino Bellino
LA QUERCIA DEL MYR

La quercia del MyrNorberto è un bambino come tanti e vive in un paesino della montagna piemontese all'inizio del Novecento. Un piccolo paese, con le sue miserie e le sue umanità, con i suoi paesaggi luminosi e le sue zone d'ombra. Norberto è costretto, suo malgrado, a crescere in fretta. La vita gli presenta un conto salato e ben presto egli si trova di fronte alla necessità di prendere una decisione difficile. Il suo carattere forte e avventuroso lo sostiene, mentre, perso per sempre il guscio protettivo della famiglia, conosce, in un susseguirsi vertiginoso di eventi e di avventure, persone di ogni tipo: infide e malvagie, ma anche affidabili e buone. E scopre verità che nessuno immaginava, tanto meno lui. Non mancano le sorprese, soprattutto intorno a quel meraviglioso albero, metafora della vita stessa, che è la gigantesca quercia del Myr. Questo breve romanzo, che per impostazione e atmosfere ricorda il libro "Cuore di De Amicis", è stato scritto nel 1957.

Libri sotto l'albero per i più grandi

Rachel Wells
IL GATTO CHE REGALAVA IL BUONUMORE

Il gatto che regalava il buonumoreAlfie, amatissimo protagonista di “Il gatto che aggiustava i cuori” e “Il gatto che insegnava a essere felici”, torna con una nuova avventura in “Il gatto che regalava il buonumore”, firmato come sempre da Rachel Wells. Il regno del micio, i giardini di Edgar Road, è teatro di una novità: l'arrivo di un tenero cucciolo. Alfie decide di prendersi cura del nuovo arrivato e allo stesso tempo continua a fiutare i cambiamenti del quartiere. Il suo fenomenale sesto senso gli fa comprendere le difficoltà di Jonathan di assecondare il desiderio di Claire di adottare un figlio, per paura di urtare la sensibilità della primogenita Summer; l'ansia di Polly per la perdita di lavoro del marito; la tristezza di Tasha frutto dell'abbandono del fidanzato. Paure, debolezze, incomprensioni e momenti difficili che però possono trovare un rimedio grazie alla sensibilità di Alfie, del suo protetto George, e alla capacità sempre unica di quel micio di far vibrare le corde giuste e far tornare il sereno. Weels in “Il gatto che regalava il buonumore” ci ricorda come comuni siano molti problemi della vita e come a volte basti un cambio di prospettiva per risolvere le incomprensioni e le indecisioni.

Cristina Caboni
LA RILEGATRICE DI STORIE PERDUTE

La rilegatrice di storie perduteDopo il “Sentiero dei profumi” e “Il giardino dei fiori segreti”, Cristina Caboni confeziona con la sua prosa delicata ed evocativa un nuovo romanzo. Sofia, rilegatrice di libri rari e antichi, è abituata a riportare i vecchi, consunti, maltenuti volumi al loro originario splendore. Carta ingiallita, copertinari, fili sono gli elementi da restaurare per riportare a nuova vita pagine storiche. Un lavoro preciso, accurato, amato da Sofia e capace di farle dimenticare come la sua vita le sia sfuggita di mano giorno dopo giorno. È il ritrovamento di un testo scritto a mano in una controguardia a modificare il corso di quelle giornate di lavoro. La calligrafia è di Clarice, una donna dell'Ottocento che sogna di divenire rilegatrice e che affida a quelle parole la testimonianza più cara e importante della sua vita. Le storie di due donne, la realtà di due epoche, le similitudini e le differenze sono il nervo di “La rilegatrice di storie perdute”. Un romanzo intimo e intenso per narrare un lavoro prezioso, quello di chi impegna le sue ore a preservare dall'oblio i libri, e la forza delle donne, il cui coraggio rimane immutato nei secoli.

Mandy Baggott
NATALE A PARIGI

Natale a ParigiParigi è un posto meraviglioso in cui passare il Natale e Ava e la sua migliore amica Debs lo sanno bene. È tutto perfetto e la neve che comincia a cadere le incanta con uno spettacolo meraviglioso. La torre Eiffel brilla di una luce magica, ma tutto quello a cui Ava riesce a pensare è Leo, il suo ex, che l'ha tradita, spezzandole il cuore. Debs, determinata a restituire il sorriso all'amica, la trascina a fare shopping tra i mercatini di Natale, a passeggiare sul Lungosenna, a mangiare pain-au-chocolat. Pian piano, Ava comincia davvero a convincersi che non può sprecare la vita pensando agli uomini, fin quando la sua strada si incrocia con quella di Julien, un misterioso fotografo a dir poco affascinante, con un irresistibile accento francese e occhi così profondi che sembrano capaci di leggere dentro di lei. Ava non può ignorare la chimica che si scatena tra loro ma, dopo essere stata ferita, non riesce a fidarsi, specialmente adesso che Leo ha ricominciato a scriverle messaggi. Riuscirà a lasciarsi andare o è destinata ad avere il cuore infranto ancora una volta?
Il romanzo di Mandy Baggot riaccende in ognuno di noi la magia del Natale, invitandoci a seguire il nostro cuore ovunque esso ci porti.

Stephanie Garnier
LA FELICITÀ È UN GATTO

La felicità è un gattoI gatti ci affascinano fin dalla notte dei tempi perché sembrano possedere poteri misteriosi, quasi magici, nell'affrontare le difficoltà, uscendone sempre con sapienza e sicurezza. Stéphane Garnier osserva il suo gatto Ziggy da una dozzina d'anni e ogni giorno impara qualcosa! Lo stupisce vedere com'è libero, calmo, osservatore, prudente, elegante, carismatico, indipendente, fiero... Tutte queste qualità e capacità ci sarebbero molto utili nella nostra vita personale, ma anche in quella professionale. Perché allora non provare a ispirarci alla saggezza felina? Al lavoro, in famiglia o con gli amici, il gatto ci insegna come essere a nostro agio in qualsiasi situazione, resistere allo stress, mantenere l'indipendenza, non perdere le staffe, esercitare un'influenza sulle cose in maniera assolutamente discreta... ma efficace.

Nicolas Barreau
IL CAFFÈ DEI PICCOLI MIRACOLI

Il caffè dei piccoli miracoliDopo il successo di Parigi è sempre una buona idea, Nicolas Barreau torna con un altro romanzo destinato a scalare i vertici di tutte le classifiche letterarie: Il caffè dei piccoli miracoli. Siamo ovviamente a Parigi dove due giovani donne si incontrano, o forse solo si sfiorano con le loro esistenze molto diverse dal normale e per caso un giorno si ritroveranno con un’amicizia che le legherà per sempre. Nelly è cresciuta con una nonna che adorava e che le ha insegnato la passione per i libri e per le vecchie e buone storie. E poi c’è quella faccenda dell’amore che vince su tutto e a cui la nonna bretone credeva tanto. Ma Nelly non è come lei e ha sempre pensato che degli uomini fosse meglio fidarsi poco, dando più ascolto ai libri. Fino a quando sfogliandone uno antico e sdrucito non scopre una scritta in latino: “amor vincit omnia”. Queste parole sono scritte a mano da una calligrafia che le ricorda proprio quella della nonna. Ma perché la trova ora dopo mille volte che ha letto e riletto il libro? Per scoprirlo dovrà partire rapidamente con un treno diretto a Venezia. E proprio lì si imbatterà in Eleonore Delacourt, sognatrice e assolutamente pronta a godersi la vita in ogni suo attimo perché questa venticinquenne dal viso perfetto fa della lentezza il suo motto quotidiano. Ma cosa porterà le due ragazze sullo stesso binario? Lo scopriremo leggendo l’ultimo best seller di Barreau Il caffè dei piccoli miracoli.

Corrado Augias
QUESTA NOSTRA ITALIA. LUOGHI DEL CUORE E DELLA MEMORIA

Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria"Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria" è un appassionato atto d’amore di Corrado Augias a questo Paese bistrattato, ma meraviglioso. In un viaggio personale ci accompagna il grande giornalista, quel viaggio che l’ha portato a visitare molti luoghi italiani e a riconoscersi sempre in un tratto comune e in un sentire che, nonostante le differenze, ha caratteristiche similari. Dalla Libia alla Roma occupata dai tedeschi della sua gioventù sino alla Scala di Milano e a Trieste bella e poetica con i suoi caffè, Augias riesce a riconoscere le tipicità di ogni luogo, ma anche a coglierne l’uguaglianza con altri, tutti italiani. Siamo una sola Italia e dobbiamo ricordarcelo per riuscire a risorgere e essere un solo cuore e, soprattutto, una sola testa che ragiona e che cresce. A Bologna il Nord incontra il Sud, in Sicilia c’è lo scontro e la meravigliosa conoscenza con un’altra cultura. Poi ci sono tutte le piccole province dove ogni casa batte per una tradizione, per una storia diversa fatta di cibo, cultura, arte e letteratura perché in Italia ogni luogo è custode di memoria e di antichità. Tutto questo passa per Recanati, per il borgo di Leopardi dove il grande poeta scrisse un memorabile discorso agli italiani. Da lì passa tutto e tutto viene filtrato e da lì Corrado Augias si ispira per scrivere questo itinerario meraviglioso in "Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria".

Robin Sloane
IL MAGICO PANE DEI FRATELLI MAZG

Il magico pane dei fratelli MazgIl magico pane dei fratelli Mazg di Robin Sloan è un romanzo che mischia le dosi di cucina e romanticismo in modo sapiente. Lois Clary è una ragazza molto solitaria che non riesce a tessere grandi amicizie e si dedica al suo lavoro di ingegnere informatico in modo totale. Dopo una giornata passata davanti al computer ad inserire dati, Lois si ferma a mangiare in un panificio dal sapore antico dove ogni cosa è buonissima e dove i proprietari hanno sempre un occhio di riguardo per Lois e per il suo animo delicato. Purtroppo però il negozio è in un angolo nascosto del quartiere dove vive la ragazza e non gode di grande clientela. Un giorno le serrande del panificio dei fratelli Mazg si abbassano definitivamente, ma Lois riceve da loro un regalo tutto speciale: il lievito madre che è l’ingrediente base del loro pane e di tutte le loro creazioni. All’inizio Lois non capisce che cosa debba fare di quella cosa che le è stata recapitata, ma poi comprende che per lei quella è l’occasione di cambiare il suo destino finora anonimo e solitario: la ragazza si mette a creare lei stessa pane, pizza e dolci utilizzando quell’ingrediente magico che le è stato donato e diventando fornitrice di alcune caffetterie famose della città. Un giorno però qualcosa di strano accade, qualcosa che le fa pensare che il magico pane dei fratelli Mazg non le sia stato dato per caso.

Hiro Arikawa
CRONACHE DI UN GATTO VIAGGIATORE

Cronache di un gatto viaggiatoreNana è un gatto randagio che vive di espedienti. Con la sua bizzarra coda a forma di sette è fiero della sua indipendenza. Ma un giorno ha un incidente. A salvarlo e a prendersi cura di lui è Satoru. Nana all'inizio non si fida, graffia e si ritrae. Non è abituato all'affetto degli uomini. Anche Satoru da tanto tempo non permette a qualcuno di avvicinarsi. Eppure capisce subito come far cambiare idea a Nana: un po' di cibo, una cuccia calda, qualche coccola furtiva. E tra i due nasce un'amicizia speciale che riempie la loro vita. Fino al giorno in cui Satoru deve trasferirsi e non può più occuparsi di Nana. È allora che i due decidono di fare un viaggio, su una vecchia station wagon color argento, per trovare un nuovo padrone tra le amicizie di Satoru. Tra filari di betulle bianche, peschi c canne di bambù, attraverso un Giappone pieno di colori, profumi e panorami dal fascino infinito, incontrano il migliore amico di Satoru da bambino, la prima donna che ha amato e poi perso e il suo compagno di scorribande delle medie. Ma nessuno di loro può prendersi cura di Nana. Sarà invece quest'ultimo ad arricchire le loro vite ricordando quali sono le cose importanti, quelle che regalano gioia e serenità. E quando il viaggio è quasi alla fine, il gatto e il suo padrone capiscono che non possono fare a meno l'uno dell'altro. E che, qualunque cosa accada, vogliono stare insieme. Nonostante tutto. Nonostante ci sia una verità che Satoru non ha il coraggio di dire a Nana. Eppure non ha più importanza. Perché il loro legame durerà per sempre.

Alessia Gazzola
ARABESQUE

ArabesqueÈ un mistero in punta di piedi quello che deve affrontare stavolta l’eroina di Alessia Gazzola Alice Allevi. La protagonista dei libri medical thriller la vediamo stavolta impegnata in Arabesque, un caso da risolvere che vede al centro del mirino una ex ballerina, ora proprietaria di una scuola di danza. Per Alice stavolta è diverso perché gli anni che ha trascorso all’interno dell’Istituto di Medicina Legale come specializzanda sono finiti e ora è a pieno titolo pronta a intraprendere la carriera da libera professionista. La vita del medico legale Allevi continua però ad essere una gran confusione e dopo la fine della storia con il suo grande amore giramondo, Claudio Conforti continua a rimanere lì, ad essere il suo punto di riferimento scientifico e a stuzzicarla ogni volta che ne ha l’occasione. Ma cosa davvero provi per lui, Alice non l’ha ancora capito davvero. Ecco però arrivare il suo primo incarico di consulenza per il magistrato e Allevi deve proprio risolvere il caso di morte dell’ex étoile quarantacinquenne della Scala. La donna è morta all’interno della sua scuola di danza e apparentemente per cause naturali, ma la verità non è mai quella che sembra e Alice, in Arabesque, capisce subito che c’è qualcosa che non quadra nella dinamica della morte e inizia allora a scavare nella vita dell’ex ballerina, scoprendo i tragici retroscena di un mondo spietato e durissimo come quello della danza.

Yoko Tawada
MEMORIE DI UN'ORSA POLARE

Memorie di un'orsa polareTre talentuosi orsi bianchi sono gli inusitati protagonisti di un romanzo che racconta le loro travagliate esistenze attraversando un secolo di storia. La prima è la matriarca, stella del circo sovietico, che dopo il ritiro dalle scene scopre il piacere di ritrovarsi sola con la sua penna stilografica: la sua autobiografia farà di lei una scrittrice di successo. Sua figlia Tosca, nata in Canada, si trasferisce nella Germania orientale, dove dà spettacolo come provetta ballerina di tango nei circhi. La sua storia ci giunge attraverso la voce dell'addestratrice Barbara, con cui ha stabilito un legame viscerale che dai sogni arriva fino al palco. Infine Knut, il figlio che Tosca abbandona per seguire la sua vena artistica, si ritrova affidato a un altro mammifero, il custode dello zoo di Berlino, e cresce assediato da giornalisti e visitatori, diventando, suo malgrado, il simbolo delle ansie per il destino del pianeta. Orsi polari che non hanno mai messo piede al Polo Nord, cresciuti in simbiosi con chi li ha irrimediabilmente snaturati, Knut, la madre e la nonna si aggrappano al ricordo per inseguire la propria identità e osservano gli umani con sguardo stranito e insieme profondamente curioso, scovando una comune radice animale che annulla ogni barriera linguistica, politica o sociale.

Francesco Scarrone
DUBLINO 90

Dublino 90Dublino, 1990. Dopo esser stato squalificato per aver truccato una partita, il calciatore Ted Sullivan viene reintegrato in squadra nel tentativo di recuperare una stagione fallimentare. Ma gli anni sono passati, per lui e per gli altri, e il calcio non è l'unica preoccupazione che affligge Bob McDermot, l?estroverso allenatore dei Ramblers, che coinvolge Sullivan in una serie di tragicomiche situazioni alla ricerca di una salvezza innanzitutto finanziaria, fra banche, creditori e commercialisti usurai. Una rappresentazione della società e della nefasta realtà economica attraverso le gesta calcistiche di un gruppo di eterogenei disgraziati che sanno rispondere alle difficoltà della vita, colpo su colpo, con umorismo e ironia.

Umberto Eco
SULLE SPALLE DEI GIGANTI

Sulle spalle dei giganti"Sulle spalle dei giganti" rappresenta per i lettori di Eco un evento festoso. Lontano dalle aule universitarie, dai congressi accademici, dalle cerimonie onorarie, Eco scrive questi testi, nel corso di tre lustri, per intrattenere gli spettatori (che ogni volta per lui accorrono a frotte) della Milanesiana, il festival ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi. Testi che il più delle volte traggono spunto dal tema stesso che ogni anno la Milanesiana si dà, per poi scorrere lungo rivoli di un repertorio che attinge alla filosofia quanto alla letteratura, all'estetica, all'etica e ai mass media. Come dire: la quintessenza dell'universo echiano, raccontato con un linguaggio affabile, intriso di ironia, talora giocoso, affilato quando necessario. Le radici della nostra civiltà, i canoni mutevoli della bellezza, il falso che si invera e modifica il corso della storia, l'ossessione del complotto, gli eroi emblematici della grande narrativa, le forme dell'arte, aforismi e parodie sono alcuni degli spunti di attrazione di un libro arricchito dalle immagini che l'autore usava proiettare nel corso del suo dire.